La maggior parte delle app per iPad non è così intuitiva

[In breve] Secondo uno studio della Nielsen Norman Group, la maggior parte delle applicazioni per iPad non sarebbe per niente intuitiva, anzi, alcune volte sarebbe addirittura confusionaria. In più, alcune aziende che hanno dei perfetti e funzionali siti Web, non sarebbero in grado di creare delle app altrettanto intuitive. Nello sforzo di diventare creativi ed originali creerebbero invece l’effetto opposto diventando confusionari. Nella maggior parte dei casi, gli utenti cercano di capire da soli come un’app funziona, e spesso non capiscono perché in una possono usare le due dita per fare lo zoom, in altre no, in altre dei bottoni sono cliccabili, in altro no e così via. E tutto sommato bisogna dire che questa è una realtà evidente. Se avete avuto la possibilità di provare molte applicazioni, avrete sicuramente cominciato a cliccare un po’ da tutte le parti, e ad utilizzare diverse combinazioni delle dita, per scoprire se qualche opzione vi era sfuggita. Personalmente preferisco alcune applicazioni che hanno un tutorial iniziale, logico, semplice ed efficace. Un’idea sarebbe quella che Apple potrebbe indirizzare ed orientare gli sviluppatori verso delle procedure standard in modo da facilitarne l’utilizzo per gli utenti, soprattutto quelli meno esperti a cui comunque non gli verrebbe in mente di cliccare in ogni angolo dello schermo. Vero è che questo limiterebbe dall’altro lato la creatività di quei sviluppatori che invece sono capaci di generare dei comandi logici, originali ed efficaci. Vi siete trovati anche voi in queste condizioni di confusione, cliccando un po’ dappertutto per scoprire tutte le funzioni di un’app? Dovrebbe esserci una sorta di regolamentazione stabilita da Apple?

Per approfondimenti
NNgroup, ArsTechinca, 9to5mac







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Davide Roccato

Loading...