iTunes Match. Molti concorrenti si fanno sotto.

itunes match music unlimited iTunes Match. Molti concorrenti si fanno sotto.

Al WWDC della scorsa settimana, “l’One More Thing” di Steve Jobs è stato iTunes Match, il servizio che Apple ha ideato per avere tutta la musica di iTunes con un’unico abbonamento annuale e disponibile, immediatamente, su tutti i propri dispositivi. Non si è fatta attendere la risposta dalla major discografica per eccellenza, la Sony che, con Music Unlimited cerca di contrapporsi ad Apple e alla sua egemonia nel campo della musica digitale e lo fa, puntando su Android.

Sappiamo tutti quanto Steve Jobs e la Apple in generale, abbia a cuore l’abolizione della pirateria, in tutte le sue forme. Il sistema iTunes Match, ha come scopo principale la diminuzione del fenomeno in ambito musicale. L’acquisto a 0,99€ di un singolo brano, ha già posto le base per una drastica diminuzione della “pirateria” ma, non è stata la soluzione definitiva. Apple è convinta che, sviluppare un abbonamento annuo con costi molto bassi può invitare anche il più accanito “pirata” a pagarlo per ottenere della musica “originale” e con una qualità audio eccelsa.

Le aziende discografiche contattate da Steve Jobs in persona, hanno dato il loro benestare ma solo negli USA e si attende che questa tipologia di pagamento venga allargato in tutto il Mondo. La Sony, anche se ha dato l’ok ad Apple per quanto riguarda la sua etichetta, spingerà sull’acceleratore per quanto riguarda il suo servizio, già in essere su alcuni suoi terminali mobili. Sony, sembrerebbe interessata ad allargare il servizio anche su tutti i dispositivi Android rendendo Music Unlimited un vero e proprio iTunes Match per Android. L’offerta consiste nel pagamento mensile di 4$ per poter ascoltare ben 7 Milioni di brani, questa soluzione si chiama Basic mentre, al costo di 10$ al mese avremo la Premium e potremo creare playlist e ascoltare tutti i brani online.

I costi sembrerebbero più bassi rispetto ad Apple e, sia Google che Amazon, e adesso anche Sony, sono pronti a dare battaglia. Ovviamente l’arma di Steve Jobs & Co. è la vasta rete di iDevice che ad oggi ha venduto nel Mondo, quindi una struttura già pronta e funzionante da questo autunno, in concomitanza con l’arrivo di iOS 5. Chissà se Sony, Google e Amazon potranno mai impensierire il più grande Store Musicale Digitale al Mondo; iTunes.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Andrea Parisi

Andrea Parisi è utente Apple da oltre 5 anni e ama l’integrazione dei dispositivi made in Cupertino. Utilizza giornalmente il suo MacBook Pro e lo sfrutta fino al limite assieme "ad" iPhone e iPad. E' orgoglioso del suo iPod 2G che ancora oggi funziona perfettamente: una delle "magie" della casa della mela "morsicata". Il suo lavoro di “Consulente Informatico per le Aziende” lo porta a tenersi costantemente aggiornato verso tutte le nuove tecnologie a 360 gradi.
x

Check Also

La ricarica wireless per AirPods costerà 69 dollari?

Durante il keynote del 12 settembre, Apple ha presentato la ricarica wireless su iPhone X, iPhone 8 ed 8 Plus ed Apple Watch Series 3. Oltre a questi tre nuovi dipositivi, la ricarica wireless coinvolge anche le AirPods. Per funzionare però, le cuffie di Apple avranno bisogno di un accessorio che ha un costo di 69 dollari. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati