Tim Cook è il boss aziendale più pagato del 2011, supera i 350 mln di dollari

Tim Cook CEO Apple Tim Cook è il boss aziendale più pagato del 2011, supera i 350 mln di dollari

Electronista riporta la notizia di un’analisi effettuata da Hay Group e il Wall Street Journal secondo la quale, Tim Cook, numero uno di Apple, sarebbe il CEO più pagato del 2011 percependo 378 milioni di dollari, di cui 900.017 di salario annuo di base, 900.000 dollari di incentivi e 376,18 milioni di dollari in azioni vincolate. Nella classifica stilata dal giornale americano troviamo in seconda posizione Lawrence Ellison di Oracle con 76 milioni di dollari mentre il gradino più basso del podio è di Leslie Moonves di Cbs che guadagna solo, si fa per dire, 69.3 milioni di $.

I salari degli amministratori sono ormai sempre più conformi ai risultati ottenuti dalle loro società. Non c’è quindi da stupirsi che Cook sia in testa alla classifica, visto il buon momento che sta attraversando Apple, ormai da anni.

Ecco dei seguito la top-10 degli amministratori delegati più pagati secondo il Wall Street Journal. I compensi includono i salari di base con relativi incentivi e premi di produzione.
1 – Tim Cook (Apple) 377,98 milioni dollari
2 – Lawrence Ellison (Oracle) 76,01 milioni dollari
3 – Leslie Moonves (Cbs) 69,31 milioni dollari
4 – Ronald B. Johnson (J.C.Penney) 53,26 milioni dollari
5 – Sanjay Jha (Motorola Mobility) 46,59 milioni dollari 6 – Vikram Pandit (Citigroup) 42,98 milioni dollari
7 – Philippe Dauman (Viacom) 42,81 milioni dollari
8 – Gregory Brown (Motorola Solutions) 32,06 milioni dollari
9 – Robert Iger (Walt Disney) 30,40 milioni dollari
10 – Alan Mullaly (Ford Motor) 28,88 milioni dollari

Staccato di parecchio anche il boss di big blue:

18 – Samuel Palmisano (Ibm) 22,60 milioni dollari







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


News Team

x

Check Also

È dimostrato! Apple non applica l’obsolescenza programmata

È stata da poco pubblicata una serie di benchmark effettuata su molti device Apple, con la quale si dimostra che l’azienda di Cupertino non applica la strategia aziendale dell’obsolescenza programmata. Una bella notizia per tutti i clienti della Mela ed un colpo basso alla concorrenza. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati