Dieci consigli per evitare brutte sorprese sotto l’albero e proteggere i prpri dati sui social network

babbonatalecattivo 620x392 Dieci consigli per evitare brutte sorprese sotto l’albero e proteggere i prpri dati sui social network

Come proteggere il proprio Facebook? Come evitare furti di dati? Come bloccare le minacce web?

Con l’avvicinarsi delle festività natalizie e per aiutare gli utenti dei social media a proteggere al meglio le proprie informazioni personali, Trend Micro ha realizzato un app interattiva che testa la sicurezza e il livello di privacy dei profili Facebook. Accedendo all’app con il proprio profilo Facebook, viene creato un video che mostra quali informazioni personali sono alla portata di un ipotetico “Babbo Natale cattivo” che rappresenta i cyber criminali, alla perenne ricerca di dati personali da sfruttare per operazioni di ingegneria sociale.

Trend Micro presenta anche una lista di dieci consigli per un Natale al sicuro da insidie sui social network:

  1. Tutto rimane online. Meglio postare solo update e fotografie che non ci preoccuperemmo di far vedere anche a persone sconosciute
  2. Controllo dei tag e delle mention. Essere taggato in un post o in un’immagine potrebbe sembrare innocuo, ma potrebbe rovinare la privacy. Meglio impostare la funzione che filtra i tag prima di renderli pubblici
  3. Verificare l’audience dei post. Meglio essere sicuri che i propri post siano visti solo dal giusto pubblico e non indistintamente da chiunque
  4. Non cliccare su un link twittato da un utente sconosciuto. Specialmente se anche il tweet sembra sospetto
  5. Utilizzare un sistema di autenticazione a due fattori per Facebook e per qualsiasi altro social media. È consigliabile anche attivare ulteriori misure di sicurezza
  6. Verificare sempre le policy relative alla privacy e adattarle alle proprie esigenze
  7. Controlli incrociati. Le impostazioni di sicurezza e privacy possono essere controllate anche da appositi software, per essere sicuri che le informazioni rimangano private
  8. Bloccare e denunciare gli spammer. Questo aiuta sia gli utenti che i social network
  9. Verificare i link ricevuti dai propri contatti. Anche attraverso altri strumenti di messaggistica
  10. Chi trova un amico… Attenzione ad accettare le richieste di amicizia da sconosciuti, spesso sono falsi profili creati dai cyber criminali, per sottrarre informazioni personali

“La maggior parte delle persone non si rende conto che spesso finisce per cedere informazioni personali online. Lo fa inconsapevolmente o per troppa fiducia, ma questo fa gioco ai cyber criminali che possono usare queste informazioni per scopi illeciti”. Ha dichiarato Rik Ferguson, Trend Micro’s Vice President of Security Research.

Link utili:

Per accedere all’app di Natale Trend Micro clicca qui.
Per la versione integrale dei dieci consigli Trend Micro clicca qui







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Redazione

Italiamac is one of Italy’s leading Mac communites, officialy recognised by Apple as an Apple User Group. Established in 1996, it has flourished into the biggest Apple-related news site in Italy. With the forum having produced over 5 million posts from nearly 100,000 members, there aren’t many places better than Italiamac to discuss and promote your Apple-related business, services, and opinions in Italy
x

Check Also

Apple ha già patchato la vulnerabilità Wi-Fi su macOS, iOS, watchOS e tvOS nei prossimi aggiornamenti

Come un fulmine a ciel sereno ci è stato detto che la cifratura WPA2 che utilizziamo ogni giorni sui nostri modem e quindi sulle nostre reti Wi-Fi non è più sicura e che è vulnerabile ad attacchi hacker che metterebbero a repentaglio tutto quello che digitiamo sul web. Apple però ci rassicura affermando di aver risolto gli exploit di iOS, tvOS, watchOS e macOS con l’ultima beta disponibile agli sviluppatori e che sarà rilasciata al pubblico molto presto. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al ...