Samsung ha rubato dei segreti commerciali dall’azienda rivale TSMC (Taiwan Semiconductor Manufacturing Company) la prima azienda di semiconduttori indipendente, da quanto ha riferito la corte suprema Taiwanese.Stando al report pubblicato mercoledì dalla testata Taiwanese, DigiTimes, la corte ha stabilito che Liang Mong-song, ex direttore del dipartimento di ricerca e sviluppo presso TSMC, ha rivelato i segreti e brevetti relativi all’avanzato processo “FinFET technology” a Samsung Electronics.
Il report non menziona Apple, ma la connessione potrebbe non essere chiara: Samsung sarebbe stata in grado di guadagnare più ordini per la prossima generazione di processori “A9” di Apple. Precedenti report riporterebbero che sia Samsung che TSMC stavano lavorando alla creazione del chip A9 con l’avanzato processo FinFET a 14-nanometri, il quale usa nuovi transistore tridimensionali.

apple a9 mockup 002 2 620x346 Ufficiale: Samsung ha rubato dei segreti industriali a TSMC per la produzione dei Chip A9

 

Citando un report pubblicato dal magazine Taiwanese, DigiTimes scrive che Liang ha giocato un ruolo chiave nel permettere a Samsung di battere TSMC nella gara dei 14/16nm.
“La Corte Suprema il 24 Agosto ha determina l’impossibilità da parte di Liang di lavorare per Samsung in qualsiasi forma prima del 31 Dicembre del 2015,”.
Coincidenze o no, il presidente della TSMC Morris Chang ha detto ai propri investitori, lo scorso Gennaio, che la sua compagnia avrebbe voluto far uscire Samsung dal processo di produzione dei FinFET nel 2015. Ha inoltre affermato che avrebbe rilasciato un “assegno in bianco” per lo sviluppo di una tecnologia di processori a 10 nanometri “nel minor tempo possibile”.

Immagini tratte da iDownloadBlog

Advertise