A quasi un mese di distanza dal lancio dei nuovi iPhone, iniziano a emergere i prezzi dei componenti e così siamo riusciti a farci un idea sul prezzo complessivo che Apple ha speso per assemblare i nuovi dispositivi.

Secondo quanto riportato da Nikkei, il prezzo complessivo (BoM) dei materiali di iPhone 12 ammonterebbe a ben $373 mentre per iPhone 12 Pro a ben $406. L’azienda di Cupertino rivende i propri iPhone a $699 (in Italia €939) per il 12 and $999 (in Italia €1.189) per il 12 Pro, ma questo non significa che la differenza tra il prezzo complessivo dei materiali e il prezzo di vendita rimanga nelle tasche di Apple. Infatti, una buona fetta andrebbe al marketing, trasporti, tasse, certificazioni e molto altro.

Nel report si legge inoltre che ci sarebbero due componenti chiave che farebbero lievitare il prezzo dei nuovi iPhone. Il primo è il display OLED prodotto da Samsung e il secondo è il modem 5G di Qualcomm modello X55.

Secondo le stime, i display sarebbero venduti da Samsung al prezzo di $70 ciascuno, mentre i modem Qualcomm ben $90 a unità. In aggiunta non dimentichiamoci il prezzo di produzione dei chip A14 Bionic che ammonterebbe a $40.

Tra gli altri componenti “costosi” figurerebbero anche la RAM con un prezzo di $12 a unità, la memoria flash a $19 e i sensori per la fotocamera prodotti da Sony con un prezzo variabile tra i $7.4 e $7.9.

Secondo Nikkei, il 26.8% dei componenti di iPhone 12 Pro arriverebbero dalla Sud Korea, mentre il 21.9% dagli Stati Uniti, il 13.6% dal Giappone, 11.1% dal Taiwan, 4.6% dalla China e il resto dall’Europa.

Insomma gli iPhone che abbiamo nelle nostre tasche sarebbero un accozzaglia di pezzi provenienti da tutto il mondo.

Advertise

TU COSA NE PENSI?