Le vendite dei Mac aumentano del 27% negli Stati Uniti

gene munster Le vendite dei Mac aumentano del 27% negli Stati Uniti

Alcuni lo chiamerebbero “halo effect”, per altri è solo una naturale conseguenza del periodo d’oro che sta passando Apple; comunque la vogliamo intendere, BusinessInsider riporta che le vendite dei Mac (in particolare della linea portatile), starebbero crescendo del 27% negli Stati Uniti solo in questi primi tre mesi del 2011.

L’analista che si è occupato di tirare i conti è Gene Munster (nella foto) per conto della Piper Jaffray, uno che non si tira mai indietro quando si tratta di “dare i numeri”.

Secondo Munster, il lancio dei nuovi MacBook Pro a Febbraio ha spinto le vendite dei computer Apple del 27% nel primo trimestre 2011, rispetto allo scorso anno.

In un periodo negativo per l’industria PC, quasi completamente in calo, Apple avrebbe apparentemente guadagnato un successo di crescita con le vendite negli Stati Uniti.
Tuttavia, uno dei prodotti più venduti di sempre, l’iPod, sembra stia iniziando a subire l’effetto iPhone/iPad con vendite lievemente in calo rispetto a 12 mesi fa.

Sempre secondo Munster, inoltre, Apple ad oggi potrebbe aver venduto 4 milioni di Mac nel 2011 (il periodo considerato va fino al 26 di Marzo). Possibili conferme o smentite le avremo domani, quando Apple annuncerà i risultati fiscali del primo trimestre 2011.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Gabriele Contilli

Loading...