Lodsys ora alla caccia di sviluppatori Android

[Breaking News] Come vi abbiamo già raccontato in precedenza, Lodsys sta accusando diretti sviluppatori iOS di non possedere la licenza per proporre il metodo in-app purchase sulle loro applicazioni. Sebbene Apple possieda la licenza, Lodsys dichiara che quella licenza non copre i piccoli sviluppatori individualmente ma solo la compagnia stessa. Apple ha finalmente risposto sostenendo i propri sviluppatori ed intimando a Lodsys di fare marcia indietro. Bene, ora sembra che Lodsys stia facendo lo stesso con gli sviluppatori Android, o per lo meno abbia cominciato. Come Apple, anche Google possiede la licenza, e probabilmente deciderà di inviare una propria lettera di intimidazioni. Per ora Lodsys non ha risposto ad Apple, ma pare che il “Patent Troll” non voglia mollare la presa.

Per approfondimenti
MacRumors

Correlati
Apple risponde a Lodsys di ritirare immediatamente le sue pretese
EFF chiama Apple a difendere i suoi sviluppatori da Lodsys







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Davide Roccato

x

Check Also

Apple risponde a Lodsys di ritirare immediatamente le sue pretese

[In breve] Finalmente Apple ha deciso di rispondere a Lodsys nell’azione che ormai veniva definita “Patent troll”. Lodsys, come vi abbiamo ricordato, ha cominciato a mandare delle lettere di minaccia ai piccoli sviluppatori Apple, pretendendo dei pagamenti se gli sviluppatori decidevano di utilizzare il metodo che conosciamo tutti delle in-app purchase. Lodsys è proprietaria di quello specifico brevetto, ed Apple ha la relativa licenza comprata dalla Lodsys stessa, ma Lodsys pretende che ogni singolo sviluppatore abbia la stessa licenza, e che gli debba pagare parte ...