Gesù arrestato nell’Apple Store di Filadelfia

Considerando che gli Apple Store di tutto il mondo sono delle mete ambite dagli appassionati Apple, un po’ come delle cattedrali moderne, non è una sorpresa vedere apparire all’interno di uno di essi il figlio di Dio in persona. All’Apple Store di Filadelfia, un uomo con capelli lunghi e tunica, soprannominato dai locali come “Philly Jesus” è stato arrestato ieri mattina.

L’uomo in questione si chiama Michael Grant ed ha 29 anni. Diventato celebre in città in quanto è stato avvistato con una croce mentre girovagava per la città. È stato precedentemente arrestato per aver rifiutato di lasciare la zona di Dilworth Plaza è spopolato su Twitter con l’hashtag #FreePhillyJesus.

Non si capisce ancora l’esatta motivazione per cui Philly Jesus è stato portato fuori dall’Apple Store in manette, ma pare che sia legato all’invito, successivamente rifiutato da esso, da parte degli impiegati a lasciare l’edificio.

Immagini tratte da CultOfMac







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Pietro Messineo

Studente in Informatica presso l'Università di Palermo è sempre stato, fin da piccolo, appassionato al mondo tecnologico e soprattutto alla programmazione. Amante dei prodotti Apple, li conosce da cima a fondo, partendo dal software per finire all'hardware.
x

Check Also

Allarme bomba all’Apple Store di Birmingham

L’Apple Store di Birmingham, Inghilterra, è stato temporaneamente evacuato a causa di un pacco sospetto trovato dagli impiegati il quale si è pensato in un primo momento contenesse un ordigno esplosivo. I clienti sono stati subito fatti sfollare e la polizia ha creato un cordone di sicurezza intorno all’edificio. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati