MagSafe sui MacBook Pro? Sì, ma non è Apple

Magnetype-C di Wallor

€25
www.italiamac.it magsafe macbook pro wallor img 1222 2 250x250 MagSafe sui MacBook Pro? Sì, ma non è Apple
9

Qualità

9.0/10

Design

9.0/10

Prezzo

9.0/10

Pro

  • Il cavo risulta essere molto spesso a entrambe le estremità
  • Magnete buono e ben saldo

Contro

  • Manca la lucina che indica lo stato di carica
  • Non può essere agganciato da entrambi i lati

Con il rilascio dei MacBook e successivamente MacBook Pro con USB-C nel 2016 Apple ha abbandonato l’utilissimo connettore MagSafe a favore delle porte USB-C che sono in grado di offrire molteplici funzionalità, tra cui anche la ricarica e quindi non solo il trasferimento di dati.
Grazie a Wallor, una nuova azienda Spagnola con sede ad Alicante, potremo dare il bentornato al MagSafe sui nostri MacBook e MacBook Pro. 

Il connettore MagSafe è un connettore per l’alimentazione, presentato dalla Apple il 10 gennaio 2006, la sua peculiarità è l’essere tenuto in sede magneticamente, cosicché quando il cavo di alimentazione viene tirato accidentalmente il connettore si sfila in modo sicuro, senza danneggiarsi o far cadere il computer.

Non potete immaginare quante volte mi sia capitato di tirare accidentalmente il cavo del Mac e averlo salvato da cadute grazie al connettore magnetico. Diciamo una delle tante mancanze che avverto con l’utilizzo quotidiano del MacBook Pro (versione 2017 con Touch Bar).

Come vi ho anticipato “Magnetype-C” è il nome del cavo ispirato al MagSafe di Apple prodotto dall’azienda Spagnola Wallor. Lungo 2 metri si propone come alternativa al cavo USB-C a USB-C fornito in dotazione con MacBook e MacBook Pro. La peculiarità del cavo, come avrete ben capito, è il suo connettore magnetico USB-C da inserire in una delle porte del vostro computer.

www.italiamac.it magsafe sui macbook pro si ma non e apple wallor magnetype c MagSafe sui MacBook Pro? Sì, ma non è Apple

Il cavo di Wallor è progettato in Spagna ma prodotto a Shenzhen, Cina. Non fatevi spaventare però dalla parola “Cina” ormai la maggior parte delle aziende producono lì, Apple compresa, ma la vera differenza la fanno le aziende e i materiali impiegati nella produzione dei prodotti. Wallor fa sapere che:

Le nostre aziende partner hanno subito un rigoroso e personale test allo staff per assicurarci che non ci siano lavoratori di scarsa qualità. Abbiamo inoltre impiegato i migliori materiali per la produzione e le nostre aziende dispongono di equipaggiamenti e certificazioni in grado di fornire la massima qualità.

Effettivamente a prima vista il cavo risulta robusto e anche il diametro del filo risulta in linea se non leggermente più spesso di quello originale il che ci fa ben sperare sulla durata del cavo. L’azienda ha inoltre puntualizzato con noi di non:

  • Fare attacca e stacca velocemente in quanto potrebbe crearsi un cortocircuito nel cavo
  • Lasciarlo attaccato anche dopo la carica completa, così come consiglia Apple per preservare il Mac, la batteria e allungare la vita del cavo stesso

Anche Griffin ha prodotto l’alternativa al MagSafe di Apple, chiamato Break Safe, e che per varie ragion tra cui, prezzo e non compatibilità con tutti i modelli di Mac con USB-C, non attecchì. Wallor invece sbaraglia la concorrenza in quanto è compatibile con veramente tutti i dispositivi USB-C e con qualsiasi modello di MacBook o MacBook Pro sia da 13 che da 15 pollici.

Il Magnetype-C è in grado di raggiungere un massimo di 4.3 Amp e caricare fino a 87W rendendo possibile alimentare persino i modelli di MacBook Pro da 15 pollici. Incredibile non è vero? E c’è di più! La velocità di ricarica non è compromessa rendendo possibile anche la ricarica rapida sui dispositivi che la supportano.

Abbiamo utilizzato Magnetype-C per una settimana circa e possiamo finalmente dirvi che ne vale la pena acquistarlo. Il motivo? Il magnete risulta ben saldo al connettore e se lo si strappa via “accidentalmente” non porterà con sé il laptop. La testa del Magnetype-C, ricoperta in alluminio, non scalda durante la ricarica e soprattutto durante l’utilizzo del laptop (a differenza di quanto accadeva con i MagSafe).
Il cavo non disperde energia elettrica e al contempo carica alla stessa velocità del cavo originale.

Il cavo risulta robusto e all’estremità che si aggancia al Mac è stato ispessito il cavo con una guaina più resistente che, in teoria, dovrebbe evitare la rottura del cavo alla testa.

Non posso dare il massimo dei voti a questo cavo e il perchè è presto detto. Magnetype-C a differenza del MagSafe prodotto da Apple non si aggancia da ambe due le parti e non dispone di un LED indicatore di stato. Quindi dovrete indubbiamente accendere o controllare manualmente se il vostro Mac è carico o meno. Ci aspettiamo che l’azienda in futuro rilasci una nuova versione migliorata con le feature suddette.

www.italiamac.it magsafe sui macbook pro si ma non e apple img 4827 MagSafe sui MacBook Pro? Sì, ma non è Apple

Il cavo Magnetype-C è disponibile all’acquisto tramite il sito ufficiale di Wallor alla modica cifra di €25.77 (in offerta si risparmia €17 circa) ed è possibile pagare con PayPal e persino Apple Pay! Il cavo originale di Apple ha lo stesso prezzo di quello venduto da Wallor ma quest’ultimo è più tecnologico e salverà il nostro Mac da possibili cadute se il cavo viene tirato accidentalmente.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Pietro Messineo

Studente in Informatica presso l'Università di Palermo è sempre stato, fin da piccolo, appassionato al mondo tecnologico e soprattutto alla programmazione. Amante dei prodotti Apple, li conosce da cima a fondo, partendo dal software per finire all'hardware.
Loading...