Greenpeace contro Apple per l’obsolescenza programmata

Secondo una nuova campagna avviata da Greenpeace oggi i punteggi di riparabilità riguardanti sei dispositivi Apple appartenenti alle categorie: smartphone, tablet e laptop avrebbero fatto notare che l’azienda di Cupertino non tratta i propri clienti come dovrebbe. Greenpeace in collaborazione con iFixit ha stilato una lista con i punteggi di più di quaranta dispositivi dal 2015 al 2017.

Tra i prodotti Apple appartenenti alla nuova campagna figurerebbero anche i nuovi iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPad Pro da 9.7″, iPad di quinta generazione, MacBook Pro da 13″ e MacBook da 12″ (del 2017). Tutti i prodotti sono stati giudicati nelle seguenti categorie: riparabilità batteria, sostituzione display, nessun tool specifico da utilizzare e disponibilità dei ricambi.

www.italiamac.it iphone apart Greenpeace contro Apple per lobsolescenza programmata

Il peggior punteggio nella lista è stato ottenuto dai due MacBook, ben 1 su 10 e anche i due iPad non hanno fatto meglio, ben 2 su 10. Il nuovo iPhone 7 invece ha ricevuto punteggi molto più alti 7 su 10 con risultati positivi anche per quanto riguarda la sostituzione del display.

Microsoft non è messa meglio, per quanto riguarda i suoi Surface Pro 5 e Surface Book hanno ottenuto ben 1 su 10. Al contrario invece, i brand che hanno soddisfatto tutti i criteri ottenendo un punteggio di 10 su 10 sono: Fairphone, Dell e HP.

Infine, Greenpeace vuole informare gli utenti sul fenomeno “obsolescenza programmata” che i grandi del settore IT hanno adottato in pieno riducendo la possibilità di riparare i propri dispositivi.

“Electronics take a massive amount of energy, human effort, and natural resources to make,” ha riferito il CEO di iFixitKyle Wiens. “And yet, manufacturers produce billions more of them every year—while consumers keep them for just a few years before tossing them away. E-waste is one of the fastest growing waste streams in the world. We should be able to make electronics a more sustainable part of our lives.”

Immagini tratte da MacRumors







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Pietro Messineo

Studente in Informatica presso l'Università di Palermo è sempre stato, fin da piccolo, appassionato al mondo tecnologico e soprattutto alla programmazione. Amante dei prodotti Apple, li conosce da cima a fondo, partendo dal software per finire all'hardware.
x

Check Also

Esteso il programma di riparazione dei MacBook Pro con problemi video

Apple ha esteso il suo programma di riparazione dei MacBook Pro affetti da problemi video fino al 31 Dicembre, 2016. Il programma è stato esteso proprio oggi con il rilascio di un documento di supporto sul proprio sito web. Sarebbe dovuto scadere la prossima settimana, ovvero il 27 Febbraio 2016 ovvero a tre anni di distanza dalla data di fabbricazione dei modelli in questione. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati