Se ritenete utile la funzionalità “Hey Siri” ma disponete di un Mac che non la supporta, in questo articolo vi spiegheremo un trucchetto per poterla abilitare. “Hey Siri” è una funzionalità esclusiva dei più recenti MacBook e iMac Pro dotati di Chip T2 ma ciò non vuol dire che non esista un trucchetto per aggirare tale limitazione.

Prima di iniziare il vostro Mac dovrà essere dotato di macOS Sierra, High Sierra o Mojave versioni più recenti. Detto questo il microfono del vostro Mac dovrà essere funzionante.

Come abilitare “Hey Siri” sui Mac non supportati:

Seguite questi semplici passaggi:

  1. Recatevi nella barra dei menù e fate click sul logo con la  e scegliete Preferenze di Sistema
  2. Recatevi in Siri e fate click su “Abilita chiedi a Siri”
  3. Adesso tornate indietro alle Preferenze di Sistema e selezionate Tastiera. Dal tab in alto selezionate Dettatura e selezionate “Si” e “Usa Dettatura Migliorata”.
  4. Tornate indietro ancora una volta alle Preferenze di Sistema e selezionate Accessibilità. Dal menù di sinistra scorrete fino a “Dettatura” e mettete la spunta in “Abilita frase chiave dettatura” e “Riproduci un suono quando viene riconosciuto il comando”. Non dimenticate anche di inserire nel rettangolo la scritta “Hey”.
  5. Fate click su “Comandi Dettatura…” e poi su “Abilita comandi avanzati”
  6. Configurate dei comandi avanzati:
    1. Quando pronuncio: Siri
    2. Mentre utilizzo: Qualsiasi applicazione
    3. Esegui: aprite il menù a tendina e selezionate -> Esegui flusso di lavoro –> Altro e selezionate –> Applicazioni –> Siri

Il gioco è fatto! Adesso potete chiudere tutto e pronunciare: “Hey Siri”.

Effettivamente non abbiamo riscontrato alcun rallentamento o ritardo nella risposta, un altro chiaro segno che non è proprio necessario avere un hardware a parte per poter richiamare Siri anche su Mac di vecchia generazione.

E voi, lo sapevate già? Fatecelo sapere tramite i commenti.

Advertise