iPhone rubati resi inutilizzabili dal Blocco di attivazione introdotto da Apple 620x414 iPhone rubati resi inutilizzabili dal Blocco di attivazione introdotto da Apple

Il Blocco di attivazione introdotto da Apple ieri durante il Keynote del WWDC 2013 è stato concepito come ulteriore deterrente ai numerosi furti di iPhone.
Tale funzione integrata in iOS 7 nell’app “Trova il mio iPhone” richiederà l’ID Apple e relativa password dell’account originale associato all’Udid univoco dopo il furto: in caso di mancato inserimento di questi dati, il device sarà inutilizzabile. Sarà impossibile inoltre disinstallare l’app Find my iPhone e rimarrà ancora la possibilità di cancellare tutti i dati salvati in remoto.iPhone rubati resi inutilizzabili dal Blocco di attivazione introdotto da Apple1 620x444 iPhone rubati resi inutilizzabili dal Blocco di attivazione introdotto da Apple

Se il ladro penserà dunque di “sbloccare” la situazione attraverso la classica formattazione, ovvero riportando l’iDevice come appena uscito dal negozio, si sbaglia di grosso: sarà possibile attivare il gadget tecnologico solo con l’account originario associato all’Udid, probabilmente tramite limitazione direttamente dai server di Apple.

Advertise

Eva Pellizzari è il lato femminile di Italiamac, appassionata di Social Media Marketing, Tecnologia e ovviamente Apple. Online le piace farsi chiamare Eva Starz. E’ costantemente alla ricerca di novità tecnologiche e prova con curiosità tutti i nuovi servizi digitali che compaiono continuamente sulla rete. Eva segue anche i Social Network di Italiamac, la sua carriera conta la collaborazione come Social Marketing Expertise per l’agenzia MacPremium e player di Buzz e Deep Marketing per l’agenzia RealTime. La nostra Eva Starz, oltre ad essere una blogger da diversi anni, è una esperta di contest e non perde occasione per testare le iniziative che ogni giorno vengono lanciate sul web e sui social network per scoprirne metodologie e funzionamenti, avendo sempre le antenne sintonizzate su tutto quello che le aziende propongono in rete.