Runtastic, correre con cognizione di causa

Due giorni fa, entusiasta per i raggi di sole che illuminavano la mia terra (era da tempo che non se ne vedevano), ho ben pensato di farmi una corsetta dopo mesi di vita sedentaria. Ho da poco scaricato l’applicazione di Runtastic dedicata al running. Quale occasione migliore per provarla?

Prima di correre, ovviamente, ho dovuto impostare qualche dato sull’applicazione. Una volta aperta, infatti, è necessario effettuare l’accesso come utente registrato. La cosa più semplice è accedere tramite facebook. In caso contrario ci si potrà registrare con email e password.

Fatto questo, ho inserito data di nascita, peso corporeo e sesso.

Pronti! A questo punto basta solo premere il pulsante start e correre, correre, correre.

foto 1 620x1100 Runtastic, correre con cognizione di causa

Non appena si inizia l’allenamento si apprezzano le grandi potenzialità di questa applicazione. Durante la corsa, infatti, non è necessario in alcun modo guardare il telefonino per vedere i chilometri macinati e il tempo impiegato. Una voce guida ci dirà esattamente tutto quello che vogliamo sapere. Una cosa del tipo ” hai appena percorso due chilometri in tot minuti, con una velocità di …”. La signorina o, per le donne, il signore, che ci parla conosce sei diverse lingue tra cui anche l’italiano! Cosa non da poco.

Purtroppo non avevo un cardiofrequenzimetro bluetooth a disposizione. Se l’avessi avuto sarei stato aggiornato costantemente sulla mia frequenza cardiaca, vendo così un’ idea sul grado di affaticamento del mio cuore. Per questo, però, ci attrezzeremo e vi faremo sapere.

Per quel che riguarda la fatica fisica, invece, s’è fatta sentire abbastanza presto (vi ricordo che non mi allenavo da mie). Ero quasi sul punto di arrendermi ma un applauso scrosciante mi ha dato la forza di continuare. Cos’era? Nient’altro che la funzione “incitamenti” di Runtastic attraverso la quale, i tuoi amici di facebook possono, con un like sull’attività condivisa attraverso l’app, darti forza nell’allenamento. Ogni like ricevuto, un applauso scrosciante. Interessante, no?

Ad ogni modo, ho corso 40 minuti. Appena mi sono fermato ho preso il mio iPhone 5 e ho dato uno sguardo alla schermata principale di Runtastic. Ecco i dati che ho potuto vedere

foto 3 620x1100 Runtastic, correre con cognizione di causa

Runtastic mi ha mostrato il tempo di allenamento, i chilometri percorsi, le calorie bruciate e il grado di disidratazione, che sarebbe stato più accurato indossando il cardiofrequenzimetro. Non ho potuto vedere i miei battiti per minuto ma è stato molto interessante avere una panoramica del percorso fatto, tracciato su una mappa grazie al gps dell’iPhone. L’app ha colorato i tratti di percorso in cui sono andato bene in verde, gli altri, quelli in cui ero affaticato, in giallo o addirittura in rosso. In questo modo si può avere una panoramica utile dell’intero allenamento.

Alla fine della corsa è possibile dare un giudizio all’allenamento (io ero stanchissimo) e condividere tutto su facebook.

foto 4 620x636 Runtastic, correre con cognizione di causa

Ovviamente alcune funzioni di cui ho parlato sono disponibili solo nella versione pro che ha un costo di 4,99€ (un prezzo accettabile per un’applicazione che offre così tanto).

Le funzioni della versione base e di quella pro possono essere viste nelle seguenti immagini. La funzione base è abbastanza completa, ma provare la versione pro mi ha entusiasmato!

Schermata 2014 04 30 alle 18.17.19 Runtastic, correre con cognizione di causa

Schermata 2014 04 30 alle 18.17.33 Runtastic, correre con cognizione di causa

Personalmente non amo correre. Preferisco la Mountain Bike. Ma allenarmi con Runtastic è stato divertente e utile. Prima di questa, avevo provate altre app anche di aziende importanti, ma Runtastic mi è sembrata, finora, l’applicazione più completa e più versatile. Facile da usare, con RUntastic è possibile impostare varie opzioni secondo le nostre esigenze.

Un altro aspetto interessante di Runtasti è il fatto che attorno all’applicazione ruota una grande community di cui faremo parte appena accederemo all’app. Così potremo sfidare i nostri amici già i scritti , potremo creare percorsi personalizzati da proporre alla community o, ancora meglio, seguire percorsi che altri utenti più esperti hanno creato.

Inoltre, l’applicazione sul melafonino si interfaccia perfettamente con il sito runtastic.com attraverso il quale si può avere una panoramica completa dei propri allenamenti e, cosa che ho trovato sorprendente ma che non ho ancora provato, si possono acquistare allenamenti proposti da atleti professionisti dedicati a chi desidera dimagrire, aumentare la propria resistenza, ecc.ecc.

Insomma, Runtastic è una applicazione semplice nell’utilizzo ma complessa nelle molte funzionalità che offre. Io ho cercato di utilizzare l’applicazione in ogni sua funzione e correre mi è sembrato molto più divertente.

Ora non vedo l’ora di tornare ad allenarmi ma questa volta, però, proverò Runtastic Mountain Bike. Speriamo bene!

 







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Pietro Scaramuzzo

Appassionato di musica e tecnologia, ha già collaborato con diversi magazine online tra cui Extra! e Jazzitalia. “Brasiliofilo” convinto, cura il portale Nabocadopovo, in cui racconta la musica e la cultura brasiliana attraverso video interviste. Collabora con Italiamac da diverso tempo, focalizzando le proprie attenzioni sull’eccellente connubio tra Apple e musica.

Loading...