Skysafari: guardare le stelle con l’aiuto di iPhone

Whirpool galaxy M51 620x430 Skysafari: guardare le stelle con laiuto di iPhone

In vacanza in montagna, in campagna, o al mare, lontano dalle luci della città e dal caos della vita  di tutti i giorni, non è raro trovarsi a guardare il cielo, magari anche con l’aiuto di un binocolo o di un piccolo telescopio, purtroppo però spesso conosciamo solo alcune stelle più importanti ed orientarsi può essere difficile.

Ma noi viviamo nel 21 secolo giusto? Quindi è naturale che debba esserci un’App anche per questo: orientarsi nel cielo notturno; Skysafari (qui il sito dello sviluppatore) fa esattamente questo, permette anche ai principianti di trovare oggetti di ogni tipo, dalle stelle più luminose come Vega, fino alle nebulose visibili solo con l’aiuto di un telescopio, come la nebulosa dell’anello, osservabile proprio in questi giorni.

Prima di cominciare la recensione vera e propria devo fare giusto un paio di premesse: per prima cosa sono solo un astrofilo principiante che alza gli occhi al cielo in montagna durante le giornate più limpide dell’estate, quindi non posso dare consigli ai più esperti, con conoscenze e attrezzatura che superano di gran lunga le mie (per i nerd: uso un riflettore newtoniano Ziel da 14cm su montatura equatoriale motorizzata e sono così principiante da usare un puntatore laser verde per capire dove sto guardando), inoltre la versione di Skysafari che sto usando in questo momento è la 3.8.5, che non è la più recente (sullo store è disponibile Skysafari 4 a 2,69€), questo perché non ho avuto tempo di scaricare la nuova release prima di partire per le vacanze. La versione 3 richiede iOS 4.3 e superiori, la versione 4 funziona solo su iOS 7 (possessori di iPhone 3GS siete avvisati…)

Skysafari 3 vs 4 620x274 Skysafari: guardare le stelle con laiuto di iPhone

 

lanciando l’applicazione troviamo la parte centrale dominata da un’immagine del cielo che possiamo spostare e allargare a nostro piacimento, se il nostro dispositivo dispone di GPS Skysafari sarà in grado di mostrarci esattamente il cielo da noi visibile in quel momento, altrimenti su iPod touch o iPad WiFi potrebbe essere utile collegarsi brevemente ad una rete wireless per permettere un calcolo approssimativo della posizione. Nella barra inferiore troviamo il pulsante cerca, dove gli oggetti sono divisi per classe, per visibilità (tonight’s best) o possono essere cercati semplicemente scrivendone il nome (purtroppo i menù sono solo in Inglese); una volta trovato un oggetto che ci interessa possiamo toccare “center” per evidenziarlo automaticamente sulla mappa.

Menu ricerca 620x274 Skysafari: guardare le stelle con laiuto di iPhone

 

Con M51 selezionata in questo caso, il pulsante “info” ci darà informazioni astronomiche e successivamente il pulsante “Description” mostrerà una breve descrizione storica a riguardo. Tornando alla schermata principale il menù impostazioni permette di scegliere manualmente data e ora, posizione, campo visivo ed altro; il pulsante “Time” permette di scorrere avanti e indietro rapidamente, utile per visualizzare il movimento dei corpi celesti; l’ultimo pulsante “Compass” usa la bussola elettronica per aiutarci a trovare in cielo il punto che ci interessa: basta muovere l’iPhone verso le stelle e la simulazione sullo schermo si muoverà di conseguenza.

La bussola 620x274 Skysafari: guardare le stelle con laiuto di iPhone

 

I lati negativi? Per prima cosa la versione di base è chiaramente per principianti, con poche opzioni ed estremamente semplice (esistono altre due App, Plus e Pro per gli utenti più esperti, ma il costo lievita parecchio, fino a 35,99€ per la versione più avanzata!), inoltre la bussola non funziona sempre bene, a volte bisogna far oscillare un po’ l’iPhone prima di ottenere una posizione attendibile, infine purtroppo non esiste una traduzione in lingua italiana dei menù, ma questo è quanto, per il resto la adoro e la comodità di avere sempre il telefono in tasca con una mappa del cielo interattiva per me è imbattibile.

Menzione d’onore: se preferite usare un Mac o un PC con Windows o Linux, mi permetto di consigliare il programma gratuito “Stellarium“, ottimo sotto tutti i punti di vista e costantemente aggiornato anche se meno immediato da usare rispetto all’App recensita, se invece lo volete Skysafari per Mac è disponibile sullo store a 8,99€ sempre nella versione basic.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Francesco Barbieri

Francesco Barbieri, fiorentino, si appassiona fin da bambino ai computer, che si diverte a smontare e osservare (e all’inizio distruggere); col tempo impara a conoscerli, ripararli e modificarli, approdando inevitabilmente al Mac. È appassionato di elettronica di consumo, videogiochi e social networking, mantiene un canale YouTube dove discute dei suoi progetti (e inevitabili disastri).
x

Check Also

Animoji su qualsiasi modello di iPhone è possibile con MRRMRR

Animoji, che simpatica invenzione peccato che disponibile solo per iPhone X grazie al sistema TrueDepth che permette di seguire i movimenti facciali e riportarli come emoji 3D animate. MRRMRR, app di filtri facciali già pubblica da anni in App Store si è aggiornata introducendo le Animoji, o almeno qualcosa che gli assomiglia.  Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati

Loading...