Recensione: Fabriziolo e Titta, due nuovi amici per i nostri iDevice

Grazie alla disponibilita del patron di OpenItem, Antonio Scialò, oggi vi farò fare un viaggio nell’immenso mondo della musica, con due accessori straordinari, sia dal punto di vista estetico che di performance. 

Foto 06 12 14 16 48 50 620x826 Recensione: Fabriziolo e Titta, due nuovi amici per i nostri iDevice

Qui parleremo di Fabriziolo e Titta, due oggetti interessanti che esprimo il loro potenziale usandoli sia separatamente che in coppia. Il primo è un preamplificatore e amplificatore valvolare studiato appositamente per rendere la musica che ascoltiamo il più “pulita” possibile; devo dire che sono rimasto a dir poco sbalordito dalle prestazioni di questo pre-amplificatore, abbinandolo sia alle mi personali cuffie Dr.Dre, che con le cuffie della stessa CarotOne, le Titta.

Foto 06 12 14 16 50 09 620x826 Recensione: Fabriziolo e Titta, due nuovi amici per i nostri iDevice

Appena lo accendiamo dobbiamo aspettare circa 15/30 sec. per far sì che la valvola si scaldi e sprigioni tutta la sua potenza. Sul pannello anteriore troviamo il potenziometro che serve anche da interruttore per accenderlo e spegnerlo, sulla sinistra un ingresso per media player utile per collegare in maniera rapida lettori Mp3, iPod e cd player, a destra l’uscita per le cuffie, entrambi  sono del tipo mini jack stereo da 3,5 mm.

 

Foto 06 12 14 16 50 14 620x826 Recensione: Fabriziolo e Titta, due nuovi amici per i nostri iDevice

Il pannello posteriore ha un connettore line-out, sempre con standard mini jack 3,5mm stereo, una coppia RCA femmina per il collegamento della sorgente principale e l’ingresso per l’alimentatore fornito nella confezione; La valvola è protetta da un piccolo ma robusto cilindretto di plexiglass, l’effetto coreografico è assicurato soprattutto quando si accende l’apparecchio e la base della valvola s’illumina di un bel blu intenso. Per concludere lungo le fiancate troviamo delle piacevoli zigrinature che ne aumentano la presa.

Le cuffie in-ear, forniteci per la recensione, sono ormai un must nel mondo del jet-set Newyorkese; hanno un’aspetto che trasmette subito la robustezza e la leggerezza dei materiali utilizzati, l’alluminio anodizzato ed il caucciù. La confezione di queste cuffie è molto accattivante, come del resto l’accostamento dei colori, ha una forma che ricorda un pacchetto di sigarette, vengono forniti anche una coppia di tappini auricolari di ricambio ( anche se mi sarei aspettato che fossero di varie misure, infatti faccio fatica ad utilizzarle perché non rimangono nelle orecchie e sono costretto a mantenerle con le dite ).

01 620x465 Recensione: Fabriziolo e Titta, due nuovi amici per i nostri iDevice

L’esperienza audio è gradevole, riescono ad esaltare senza esagerare sia frequenze basse che le alte, sono ideali per ascoltare musica in qualsiasi ambiente anche i più rumorosi infatti hanno un isolamento acustico abbastanza buono, una specie di doppio isolamento: ai suoni vieni impedito sia di entrate nel canale auricolare che di uscire, quindi risulterà ottima soluzione per chi vuole ascoltare musica magari in treno o in autobus senza dar fastidio alle persone che sono accanto.

Per concludere posso sicuramente consigliarvi questi due prodotti se siete amanti della buona musica soprattutto dal buon ascolto.

Il brand è distribuito dalla OPENITEM, che ha come obbiettivo rendere alla portata di tutti la vera Alta Fedeltà; segue costantemente tutti i passaggi della produzione in modo da rendere i prodotti consoni agli alti standard richiesti, seppur contenendo i prezzi e raggiungendo un rapporto qualità/prezzo competitivo.

Possono essere acquistati sul sito dell’azienda con spedizione gratuita in tutto i mondo ( link )

Ringrazio ancora una volta il Sig. Antonio Scialò per avermi inviato questi campioni per il tempo necessario alla recensione.

 







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Antonio D'Eredità

Da sempre affascinato dalla tecnologia e sopratutto dalle nuove tecnologie, Antonio ha una predisposizione naturale a conoscere al meglio il funzionamento di tutto quello che gli passa tra le mani. Sposato con un bimbo di 3 anni, si sente attratto dal lato hardware dell’informatica, sovente smanettando e riparando i propri aggeggi o quelli degli amici.

Loading...