Una ragazza di 18 anni ha riferito di essere stata rapita dal suo ex-ragazzo e salvata poi dalla polizia dopo che la madre è riuscita a tracciare la posizione utilizzando l’app “Trova il Mio iPhone”. CNBC ha riportato che la vittima è stata trova a 150 miglia di distanza dalla propria casa. 

La Polizia dello stato della Pennsylvania è stata “allertata dalla madre della vittima che la figlia era stata presa contro la sua volontà dal suo ex-fidanzato”. “La madre della vittima ha raccontato di aver ricevuto un messaggio di aiuto dalla figlia. La madre è stata in grado di tracciare il cellulare di sua figlia grazie ad iCloud e l’app Trova il Mio iPhone.”

La polizia ha detto che la vittima è stata trovata legata ed imbavagliata in una macchina parcheggiata nel parcheggio di un McDonald. Joseph Boller, 18 anni, è stato accusato di rapimento e la cauzione è stata fissata a $150,000.

Negli ultimi anni l’app in questione ha aiutato a salvare diverse persone in giro per il mondo e credo che Apple sia fiera della sua invenzione.

Trova il Mio iPhone richiede una connessione internet per funzionare. Molto spesso i genitori danno ai propri figli piccoli un dispositivo iOS sprovvisto di SIM ma potrebbe essere un’ottima mossa fornire una SIM con un piano tariffario per tenere sempre sotto traccia i propri figli.

E voi genitori, sapreste tracciare i propri figli?

Immagini tratte da 9to5mac

Advertise