Apple File System APFS

Un rapido sguardo al nuovo Apple File System (APFS)

In questi giorni si è parlato parecchio dell’introduzione di un nuovo File System da parte di Apple (con l’emblematico nome di Apple File System) all’interno delle sue piattaforme software, nel tentativo di aumentare i parametri di sicurezza per i dispositivi con la mela morsicata. iDownloadBlog ha fornito una breve analisi del nuovo APFS, in arrivo a breve sui dispositivi Apple.

apple file system wwdc 2016 teaser 001 620x397 Un rapido sguardo al nuovo Apple File System (APFS)

 

Per cominciare, l’APFS è pensato e ottimizzato principalmente per gli hard disk Flash / SSD, ed è stato studiato per supportare una vasta gamma di dispositivi “da Apple Watch a Mac Pro”.

In una nota sulla pagina web della WWDC, Apple riporta:

Apple File System è un nuovo e moderno file system per iOS, OS X, tvOS e watchOS. È ottimizzato per gli hard disk Flash / SSD ed è caratterizzato da una forte attenzione per crittografia, metadati copy-on-write, space sharing, duplicazione di file e cartelle (…) e miglioramenti complessivi ai fondamenti del file system.

La guida all’Apple File System fornisce un gran numero di informazioni per tutti gli utenti interessati ad approfondire l’argomento.

Caratteristiche

Nonostante APFS sia ottimizzato per gli hard disk SSD, sarà in grado di garantire un’alta affidabilità nella gestione dei dati anche per gli hard disk tradizionali, assicurando un forte impatto sulla performance complessiva del dispositivo.

Non solo: APFS sfrutterà una feature chiamata “Space Sharing”, che permetterà a diversi file system di coesistere nello stesso spazio libero di un volume, piuttosto che costringere ciascuno di essi a utilizzare una quantità fissa di spazio su disco. Fino ad oggi, questo era stato il caso dei file system tradizionali. Con il nuovo “Space Sharing”, APFS potrà accrescere e ridurre le proprie dimensioni senza dover partizionare nuovamente il volume.

Spiegato in questo modo può sembrare piuttosto contorto e confusionario, ma Apple ha fornito un esempio per dissipare ogni dubbio:

Se, per esempio, un hard disk con APFS ha una capacità di 100GB e contiene il Volume A – che usa 10 GB – e il Volume B – che usa 20GB –, lo spazio libero riportato per entrambi i volumi sarà di 70GB (100GB – 10GB – 20GB).

In altre parole, le partizioni di uno stesso hard disk con APFS condivideranno lo stesso spazio libero dell’intero volume, permettendo all’utente di gestire il suo archivio in modo molto più efficace.

Questa non è ovviamente l’unica caratteristica dell’APFS; troverete la descrizione di altre feature rilevanti all’interno della guida rilasciata da Apple.

APFS e la Sicurezza

Apple File System supporta una serie di tecnologie crittografiche native per garantire una maggiore sicurezza per i file dell’utente. La cosiddetta “full disk encryption” è stata disponibile per molto tempo sia su iOS che su OS X, e APFS combina entrambi i modelli in un singolo file system che funzionerà sia sull’uno che sull’altro sistema operativo.

Sarà possibile adottare i seguenti modelli di crittografia per il proprio hard disk:

  • Nessuna crittografia
  • Single-key encryption
  • Multi-key encryption

L’ultima delle due opzioni risulta parecchio interessante: basandosi su diverse chiavi per i file e per i metadati legati alle informazioni sensibili dell’utente, questo modello assicura l’integrità dei dati dell’utente finale anche quando la sua sicurezza fisica viene compromessa. Immaginate che qualcuno faccia una copia del vostro hard disk e monti l’immagine in un supercomputer dell’NSA per entrare nei vostri dati: questo sistema associa i vostri dati sensibili ai file singoli, chiudendo l’accesso a chiunque non possegga i requisiti necessari.

Limiti di APFS (al momento attuale)

Al momento i volumi APFS non supportano FileVault e i Fusion Drive, non possono essere usati come disco d’avvio per Time Machine e i nomi dei file sono soltanto case-sensitive. I volumi formattati con questo nuovo file system non sono riconoscibili da OS X 10.11 Yosemite o da sistemi operativi inferiori, e le utility di terze parti dovranno essere aggiornate per supportare pienamente il nuovo file system di Apple.

È probabile che tali problemi vengano affrontati da Apple nel corso delle prossime settimane. Restate sintonizzati per ricevere tutti gli aggiornamenti in tal senso.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Antonino Lupo

Studente in Scienze della Comunicazione per Cultura e Arti all'Università di Palermo, utilizza senza vergogna i prodotti Apple da quando era piccino. Grande amante della Letteratura (quella con la L maiuscola), del Cinema (quello con la C maiuscola) e della Musica (quella con la M maiuscola), è al momento al lavoro su diversi progetti, tra cui la sceneggiatura di un film di fantascienza dal titolo "H.O.P.E.".
  • Lay

    Forse è l’unica cosa davvero interessante e “da sviluppatori” che hanno presentato (insieme al Sirikit).
    adesso che ne vedo le caratteristiche, problemi irrisolti a parte, credo proprio che mi piaccia questo nuovo fs. Spero risolvano tutti i problemi del momento (in particolare quelli di compatibilità).

x

Check Also

Grammarly Keyboard: disponibile il download su iOS

Durante l’inizio di questa settimana, Grammarly ha annunciato il lancio della propria tastiera Gramarly Keyboard all’interno di App Store. L’app è stata aggiunta allo Store di Apple proprio in questi minuti ed è già disponibile al download su tutti i dispositivi iOS. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati

Loading...