PowerCore 20000: Il powerbank con 3 porte USB in grado di caricare anche MacBook

PowerCore 20000

€44,99
anker powercore 20000 up 250x250 PowerCore 20000: Il powerbank con 3 porte USB in grado di caricare anche MacBook
8.5

Design

8.0/10

Qualità

9.0/10

Potenza

8.5/10

Prezzo

8.5/10

Pro

  • Tre porte USB PowerIQ
  • Due porte USB in Input per caricare il powerbank in sei ore

Contro

  • Pesante ma in linea con il peso dei powerbank con questi mAh

PowerCore 20000 è il fratello maggiore della versione 10400 della Anker che abbiamo recensito un paio di settimane fa la quale offre fino a 4 ricariche di un iPhone. Oggi invece vogliamo presentarvi il fratello maggiore in grado di caricare anche un MacBook grazie alla batteria da 20.000 mAh al suo interno.

Sono rimasto piuttosto contento da quello che questo powerbank mi ha offerto durante il mio solito periodo di prova in quanto sono stato in grado di paragonare, a pari capienza di batteria, il dispositivo con un altro caricabatterie portatile della Xtorm che avevamo recensito qualche mese fa.

Come il suo fratellino minore arriva in una confezione abbastanza curata, in cartone, tipica dei prodotti Anker, con alcune informazioni basilari sul prodotto acquistato. Una volta spacchettato, nella confezione troviamo:

  • Il PowerCore 20000 (powerbank da 20.000 mAh)
  • Due cavi dati/ricarica microUSB
  • Sacchettino in tessuto per il trasporto del powerbank
  • Manuale di istruzioni

Il caricabatterie è in grado di caricare qualsiasi terminale senza alcuna limitazione ed è talmente potente che offre la possibilità di ricaricare anche i nuovi MacBook. Le dimensioni risultano in linea con altri powerbank dalle stesse capacità: 160x66x25mm, dimensioni da non sottovalutare in quanto risulta essere difficile portarlo con se. Indubbiamente è un ottimo oggetto che va risposto nella tasca di un giubbotto o all’interno di uno zainetto anche perchè ha un peso di 383 grammi, quindi non indifferente. Il peso si fa perdonare grazie alla potenza dello stesso che assicura fino a 7 cariche di un iPhone 7 o 6 cariche di smartphone con batterie superiori.

È dotato di ben tre porte USB, per la carica, con tecnologia PowerIQ. La tecnologia PowerIQ è proprietaria di Anker ed è in grado di riconoscere il dispositivo connesso tramite cavo, la sezione del cavo (ovvero quanto è spesso) al fine di distribuire la massima velocità per risparmiare tempo durante la ricarica.

Per quanto riguarda la carica dello stesso sono presenti due porte microUSB, piuttosto insolito, ma vi assicuro che fanno quello che promettono. Grazie al doppio input saremo in grado di caricare il powerbank due volte più velocemente di quanto accade con la carica singola, ovvero in 6 ore saremo in grado di avere il powerbank carico al 100%.

Alla luce dei miei test posso ritenermi più che soddisfatto del prodotto e posso garantirvi che questo powerbank è superiore al Fuel Bank 8X di xtorm. Anker garantisce fino a 7 ricariche di un iPhone 7 ed in realtà sono stato in grado di caricare il mio iPhone 7, accesso, sei volte e mezzo con batteria residua del 10-15%, quindi siamo in linea con i valori dichiarati dall’azienda.
Per quanto riguarda la ricarica dello stesso ci aggiriamo intorno alle 6 ore con due cavi microUSB in input oppure 12 ore con uno solo.

Grazie ai LED posti nella parte superiore saremo sempre in grado di vedere la carica residua:

  • 4 LED, tutti e quattro accessi indicano che è carico al 100%
  • 2 LED, indicano che è carico al 50%
  • 1 LED, indica che la carica è inferiore al 25%

Cosa mi porta a dire che il PowerCore 20000 di Anker è superiore al Fuel Bank 8X di xtorm:

  1. Innanzi tutto la velocità di ricarica del caricabatterie stesso che, per raggiungere il 100%, ci si impiega 12 ore nel caso del Fuel Bank e 6 ore nel caso del PowerCore di Anker, una bella differenza non credete? Questa è la motivazione principale, in quanto è possibile andare a letto mettendo il powerbank in carica e godersi della carica residua per una settimana, o giù di lì, al momento del risveglio.
  2. Inoltre, il Fuel Bank di xtorm non è in grado di caricare i MacBook nonostante abbia una batteria dalle stesse capacità di quella dell’Anker e dispone di sole due porte USB standard a 5V/2.4A diversamente dal PowerCore che ne dispone di 3 PowerIQ con output massimo 5V/3A.
  3. Il prezzo è un altro punto interessante. Il PowerCore di Anker ha un prezzo di €44,99 mentre il Fuel Bank 8X di xtorm di €69, circa €25 di differenza che possono essere spesi per comprare altri accessori di Anker.

Se interessati all’acquisto del PowerCore 20000 lo trovate su Amazon al prezzo di €44.90.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Pietro Messineo

Studente in Informatica presso l’Università di Palermo è sempre stato, fin da piccolo, appassionato al mondo tecnologico e soprattutto alla programmazione. Amante dei prodotti Apple, li conosce da cima a fondo, partendo dal software per finire all’hardware.

Loading...