GoodNotes

Che utilizziate iPad per l’università o semplicemente come taccuino, GoodNotes 5 è sicuramente un must-have. GoodNotes si comporta esattamente come un taccuino di carta, ma con un sacco di tecnologia dentro.

Vista dei taccuini di GoodNotes5 su macOS
Vista dei taccuini di GoodNotes5 su macOS

GoodNotes permette di creare diversi taccuini, personalizzabili sotto ogni aspetto, dalla copertina alle pagine contenute, in modo da funzionare come diversi quaderni per gli appunti dei diversi corsi. Per la copertina dei taccuini si può scegliere tra le decine già presenti o aggiungerne di nuove personalizzate caricando ad esempio un immagine dalla libreria foto oppure scaricata da internet. Similmente per le pagine è possibile personalizzarne il colore di sfondo, e il disegno a righe, quadretti, bianco per citarne i più classici ma anche configurazioni speciali come spartiti, fogli contabili, planner e così via.
I diversi taccuini possono essere poi raccolti in cartelle, organizzate ad esempio per anno di corso o esame.

Esistono diversi modelli di taccuino, alcuni sono in foto. Per ogni nuovo taccuino è possibile scegliere non solo la copertina ma anche le dimensioni e l’orientamento. Queste ultime due impostazioni vengono applicate alle pagine del taccuino il cui pattern è a scelta tra i diversi presenti di default o scaricabile dall’utente come immagine o PDF (utile ad esempio per prendere appunti direttamente sulle slide del professore)

Per la scrittura delle note è possibile utilizzare una tastiera collegata oppure scrivere con Apple Pencil (o con le dita). Per facilitare la scrittura con Apple Pencil, GoodNotes offre la possibilità di zoomare la zona di scrittura, permettendoci quindi di scrivere scorrevolmente e con la solita dimensione di scrittura, lo zoom aiuta inoltre a ridurre le dimensioni dei disegni presi a lezione che altrimenti rischiano di occupare tutto lo spazio. Per aiutare con l’inserimento di forme geometriche GoodNotes include la modalità forma, che converte automaticamente il disegno in forma (purché sia composta da linee, quadrati, rettangoli, cerchi, ellissi, trapezi o triangoli). Lo strumento lazo permette di selezionare testo o immagini scritte a mano e spostarle all’interno della pagina, la stessa funzione, una volta aver selezionato il testo, permette di accedere a diverse funzionalità, tra cui la conversione automatica in testo, capace di distinguere maiuscole e minuscole all’interno di una stessa frase o la maiuscola a inizio parola.

GoodNotes offre la possibilità di collaborare in più persone allo stesso documento (ovviamente devono tutte avere GoodNotes installato) oppure stampare il documento (taccuino) o la singola pagina o ancora esportarla sia come file PDF, immagine o file di GoodNotes. L’app inoltre è dotata di una modalità presentazione, con un puntatore laser integrato, per permettere di utilizzarlo come lavagna smart.

Un ulteriore punto a favore di GoodNotes è la possibilità di ricercare parole all’interno dei diversi documenti, non importa se queste siano state scritte a mano, Apple Pencil o tastiera.

Un punto a sfavore di GoodNotes è la mancanza della possibilità di registrare una lezione direttamente dall’app, possibilità offerta da altre app concorrenti, magari con la possibilità di associare un particolare minuto alla scrittura di un paragrafo, rendendo più semplice sistemare gli appunti o anche solo richiamare alla mente un punto poco chiaro. È invece presente la possibilità di aprire i file PDF (o anche scansionarli tramite la fotocamera) all’interno dell’app, che compariranno come singole pagine (una pagina per ogni pagina del PDF importato) e si comporteranno esattamente come qualsiasi altra pagina di GoodNotes, integrando anche la possibilità di ricercare non solo nel testo scritto a mano ma anche in quello del PDF stesso.

Da notare che GoodNotes è da poco disponibile come acquisto universale a 8,99 €, quindi una volta acquistata l’app potrà essere scaricata su iOS, iPadOS e macOS, permettendo la continuità di lavoro indipendentemente dal dispositivo utilizzato. A parte la mancanza, non così grave, di un registratore integrato che associ al paragrafo scritto la timestamp dell’audio, GoodNotes manca della possibilità di creare una pagina di solo testo battuto a tastiera, nulla impedisce di farlo visto che la casella di testo cresce automaticamente in base a quanto si scrive, ma una pagina che nasce appositamente per inserire del testo utilizzando la tastiera, restando comunque aperta ad input a penna, andrebbe a coprire quel buco che si va a creare utilizzando l’app su macOS per altri scopi oltre alla semplice lettura del documento.

GoodNotes

8,99
9.2

Facilità di utilizzo

9.5/10

Funzionalità

8.5/10

Compatibilità

9.5/10

Pro

  • Taccuini personalizzabili
  • Ricerca automatica
  • Acquisto universale
  • Impostazione ed esportazione di PDF

Contro

  • Manca la possibilità di registrate la lezione direttamente dall'app
Advertise

1 commento

TU COSA NE PENSI?