Se c’è una cosa che questa pandemia ha messo in risalto è l’inadeguatezza delle connessioni internet in molte zone del Belpaese e non solo. Mentre nelle città si naviga sempre più veloci, ci sono ancora aree dove l’ADSL 20 mega resta un sogno. Tp-link offre una soluzione a questo problema, il router Archer MR600 non è il classico router con collegamento telefonico ma bensì utilizza una scheda sd per navigare in 4G + fino a 300 Mbps. A differenza dei modem-router 4g a cui siamo abituati, MR600 integra tutta una serie di funzionalità avanzate, che ne permettono l’utilizzo in sostituzione al classico router con filo.

Tp-Link MR600

La prima configurazione è abbastanza semplice, basta inserire la scheda SIM, in formato micro-sim oppure nano-sim con l’apposito adattatore incluso, accedere al router e seguire la configurazione su schermo. MR600 è dotato inoltre della possibilità di essere utilizzato come wireless router, che permette di collegarlo via ethernet ad un modem a monte per fornire una connessione Wi-Fi o come rete di backup, così se la rete fissa dovesse per una qualche ragione non essere disponibile, verrà utilizzata la connessione mobile. MR600 supporto anche il dual band simultaneo 2,4 e 5 GHz, per avere sempre la massima velocità possibile. La configurazione anche in questo caso è semplice e guidata.

MR600 è dotato di funzionalità avanzate come protezione contro attacchi DoS, Monitoraggio del traffico, QoS, UPnP, supporto a dynamic DNS e la possibilità di configurare una rete VPN direttamente dal router, estremamente utile per accedere alle risorse di casa anche quando si è fuori. LA funzionalità VPN risulta comoda per esempio per accedere ad un NAS senza esporlo su internet o ancora accedere ai contenuti RAI e Mediaset anche quando si è in vacanza all’estero.

Fiore all’occhiello di Archer MR600 è la presenza della tecnologia OneMesh, tecnologia proprietaria di TP-Link che permette di ampliare la copertura della propria rete domestica tramite access-point OneMesh. A differenza degli access-point tradizionali, la rete con OneMesh crea una unica rete wifi, così i dispositivi si connettono automaticamente alla rete più potente, senza interruzioni tra il passaggio tra l’una e l’altra rete. I dispositivi OneMesh possono essere controllati tramite app Tether o interfaccia web.

Durante la prova, ho avuto modo di utilizzare sia MR600 che l’access point OneMesh RE300. Una volta eseguita la configurazione iniziale, connettendo RE300 al WiFi di MR600 e aggiungendolo su quest’ultimo nella sezione OneMesh ho proceduto ad effettuare alcuni test. Non ho riscontrato alcuna differenza in termini di velocità tra quando connesso direttamente ad MR600 e quando a RE300, inoltre il passaggio dei vari dispositivi tra l’uno e l’altro non lo si nota affatto, che sia una telefonata FaceTime o una partita su GeForce Now. Sfortunatamente l’unità demo che ho avuto modo di provare non riconosceva alcuna delle SIM card a mia disposizione, quindi non ho avuto modo di testare l’effettiva velocità con il 4G+.

La combo MR600 con RE300 permette di coprire fino ad abitazioni di medie dimensioni con Wi-Fi AC1200 in dual band simultaneo, senza interruzioni nel passaggio tra i ripetitori e sopratutto senza necessità di utilizzare una linea fissa. Un set-up di questo tipo risulta comodo in abitazioni secondarie, dove non è conveniente avere una linea dati dedicata o in aree remote dove prende il 4G ma la linea ADSL non è abbastanza veloce. MR600 supporta fino a 60 dispositivi, abbastanza anche per un’abitazione con diversi accessori smart. Le 4 porte gigabit su MR600 inoltre premettono il collegamento diretto di un gaming pc oppure di un media server personale. Questa soluzione potrebbe tornare utile anche in caso la linea ADSL funzioni a singhiozzo, permettendo il passaggio immediato alla connessione 4G+ così da essere sempre connessi.

RE300

Il sistema può essere utilizzato anche in abitazioni dive c’è già la linea fissa ma il router non è in grado di gestire tutti i dispositivi collegati, oppure si vuole sfruttare la funzionalità mesh senza spendere troppo. Basta infatti collegare MR600 al router principale tramite porta WAN, e rettare quest’ultimo in modo che deleghi le funzionalità di routing a MR600, a questo punto sarà MR600 a prendere il posto di router fornendo oltre che al WiFi (con OneMesh), al Parental Control e tutte le altre funzionalità, anche una rete “di emergenza” tramite 4G+ qualora la rete principale non funzioni.

MR600 ha un costo di 149,90 €, ma nel momento in cui scriviamo lo si può acquistare in sconto su amazon a circa 120, RE300 ha un prezzo di 34,99 € , nel momento in cui scriviamo lo si può trovare su Amazon a circa 33€

Tp-Link MR600

150
8.4

Prezzo

8.0/10

Velocità

8.0/10

Design

9.0/10

Funzionalità

8.5/10

Pro

  • Supporto 4G plus
  • Supporto per 60 dispositivi
  • Rete AC1200
  • OneMesh

Contro

  • Non tutte le SIM card sono compatibili
Advertise

TU COSA NE PENSI?