Prova su strada, recensione e “verità” su MacKeeper

201103260139 580x328 Prova su strada, recensione e verità su MacKeeper

MacKeeper della Zeobit è un’utility tutto in uno per sicurezza, pulizia e manutenzione dei Mac. Negli ultimi anni è sicuramente uno dei software di questo genere che si è imposto più velocemente, probabilmente anche per la grossa campagna pubblicitaria. In questo articolo vi racconterò la mia prova su strada, inoltre potrete avere un’imparziale parere sulla “verità” del programma, spesso oggetto di critiche, secondo me basate più su chiacchiere piuttosto che su prove reali. Il mio MacKeeper (1.8.4) è stato attivato su Mac Mini del 2010 con Lion e 4GB di RAM. L’applicazione funziona con qualsiasi Mac con Leopard o successivo, ma l’antivirus funziona solo con i processori Intel.

In questo articolo vi propongo la mia opinione sul tando discusso MacKeeper.

362fe mac mackeeper 1 580x385 Prova su strada, recensione e verità su MacKeeper

Recensione

L’installazione è molto semplice e procede senza intoppi: il risultato è un’applicazione di 15MB che è anche veloce nell’avvio. Inseriamo i dati del nostro account Zeobit per registrarlo (la licenza costa 38€, ma gli sviluppatori dichiarano che il valore dell’applicazione ammonta sui 500€) e iniziare ad usarlo. MacKeeper è disponibile sul Mac App Store con il nome di 911 Bundle: questa è una versione limitata di MacKeeper (inoltre non funziona bene con Lion). MacKeeper non è ancora tradotto in italiano, ma lo sarà presto (con l’arrivo della versione 2.0): l’interfaccia è pulita e intuitiva (simile a quella di iTunes); a sinistra abbiamo tutte le funzioni del programma, in centro la funzione selezionata, a destra invece una breve descrizione della funzione utilizzata e un form per chiedere aiuto via email, chat o telefono. Gli sviluppatori sono molto veloci e utili nel risolvere i nostri problemi.  L’applicazione installa anche dei processi in background, utili e poco esosi di risorse. Ora passiamo all’analisi e valutazione delle funzioni.

 

Antivirus: a mio avviso è la funzione più inutile di questo programma, anche se potrebbe rivelarsi comoda se abbiamo da condividere file con utenti Windows: l’antivirus usa il cuore di Avira e ci dovrebbe proteggere da virus per Mac (ammesso che ce ne siano) e Windows, oltre ad attacchi di vario tipo (ciò necessita la protezione in tempo reale che consuma ben 150MB di RAM). Si può programmare una scansione del nostro Mac e spostare file infetti in quarantena. Per un normale utente io neanche ne incoraggerei l’installazione.

av1 580x411 Prova su strada, recensione e verità su MacKeeper

Antifurto: comoda funzione che permette di rintracciare su una mappa il nostro Mac rubato: può anche scattare foto del ladro via iSight o videocamera FaceTime. I dati geografici del Mac rubato sono monitorabili attraverso il proprio account Zeobit.

Criptaggio dati: interessante funzione che permette di nascondere e criptare file (con password e cifrature AES 265 o 128): a mio avviso una cassaforte molto stabile.

Recupero dati: questa funzione ci permette il ripristino senza backup dei nostri file cancellati: è necessario disporre di una chiavetta per recuperarli. Quest’operazione è molto lenta ma preziosissima per recuperare file cancellati anche a distanza di giorni. Si può recuperare dati anche da dispositivi esterni.

Distruzione dati: oltre a permettere la cancellazione di file che il cestino riporta come “in uso”, questa funzione può cancellare irrecuperabilmente file e cartelle con l’uso di diversi algoritmi.

Backup: semplicissima utility di backup di singoli file e cartelle su una determinata destinazione.

ZeoDisk: una funzione non ancora disponibile, che sarà una via di mezzo tra backup online e iCloud (ma con 3GB di spazio).

Pulizia veloce: include 4 funzioni che cancelleranno i file di log, cache, binari universali e lingue inutili dalle applicazioni. Ciò potrebbe risolvere svariati problemi del nostro Mac e velocizzare l’avvio delle applicazioni alleggerite. Una sorta di CleanMyMac, ma a mio avviso molto più veloce e personalizzabile (inoltre MacKeeper rimuove anche i binari Intel a 32 o 64 bit, funzione che CleanMyMac non ha): in una scansione di MacKeeper i file spazzatura erano di 660MB (rilevati in 20 secondi), mentre in CleanMyMac 654MB (rilevati in 2 minuti – CleanMyMac però ha individuato una maggiore quantità di file cache). MacKeeper dispone di una blacklist interna per le applicazioni non riducibili.

oneclick2 580x413 Prova su strada, recensione e verità su MacKeeper

Rilevamento duplicati: funzione molto utile che permette di individuare e rimuovere file duplicati sul nostro Mac.

Cercatore di file: trova film, canzoni e altro utilizzando specificati criteri di ricerca.

Utilizzo del disco: funzione molto utile che con etichette colorate individua file (anche invisibili) e cartelle in ordine di grandezza decrescente, cosicché possiamo eliminarli in caso non ci servissero.

Disinstallatore intelligente: comoda funzione per disinstallare applicazioni, plugin, widget e pannelli preferenze con i loro file correlati. Permette anche il rilevamento e la scansione delle applicazioni gettate nel cestino: esegue bene il suo scopo (trova tanti file quanti ne trova CleanMyMac, solo che con la tripla velocità) – potete vedere anche i risultati in questo articolo.

Rilevatore di aggiornamenti: trova per noi tutti gli aggiornamenti disponibili per quasi tutte le applicazioni installate sul nostro Mac: comoda, ma al momento la maggior parte degli aggiornamenti devono essere installati manualmente dopo il download. Non ancora all’altezza di AppFresh, ma sicuramente migliorerà.

Elementi login: ci permette di vedere ed eliminare i processi che si avviano in automatico al nostro login (ma possiamo fare lo stesso attraverso le Preferenze di Sistema).

Applicazioni di default: qui potremmo assegnare ad ogni estensione dei file un’applicazione predefinita per aprirla.

Esperto a richiesta: probabilmente la funzione più bizzarra di tutte, essa ci permette di porre qualsiasi domanda su sfondo tecnologico e ricevere entro due giorni una risposta qualificata.

 

Tutto sommato, l’applicazione è utilissima, facilissima da usare e di bell’aspetto: le uniche pecche sono quelle descritte nelle funzioni e la lentezza del programma se effettuate più di 4 scansioni simultaneamente. L’applicazione è abbastanza personalizzabile e con un supporto clienti molto buono. In conclusione, un’ottima alternativa tutto in uno di programmi come AppZapper, CleanMyMac, Xslimmer, Disk Drill… Inoltre, in proporzione, il costo è inferiore a quello di CleanMyMac, che secondo me non è altrettanto valido e veloce.

 

Ma allora perché tutte quelle recensioni negative?

Una questione affrontata spesso è il fatto delle pubblicità persistenti su internet: ammetto che mi sono spesso imbattuto in pubblicità di MacKeeper, ma la colpa non risiede nell’applicazione, bensì nelle compagnie pubblicitarie che diventano sempre più insistenti: MacKeeper è solamente un loro cliente. Inoltre, da quando l’ho installato, non ho più visto nessuna di quelle pubblicità: spero sia solamente una coincidenza.

Un altro fatto è la difficoltà per disinstallarlo: in verità occorre gettarlo nel cestino e seguire la procedura guidata. Altri problemi erano legati alla lentezza del Mac dopo la sua installazione: il mio non è più veloce, ma nemmeno più lento di prima: infatti i processi di base in background consumano in media al massimo 0,8% della CPU e 40MB di RAM. Alcuni denunciavano problemi disastrosi dei quali non ho visto neanche l’ombra. Altri dicevano che è un virus capace di bloccare il tuo Mac e manipolare la tua connessione internet, cosa che posso smentire. MacKeeper viene definito come “scam”, che significa fregatura: vi posso assicurare che non è così, anche perché è stato positivamente votato da MacWorld e ammesso sul Mac App Store, che ha delle norme molto rigide.

La Zeobit ha infine scritto su un blog che un concorrente poco etico cerchi di screditare loro e MacKeeper con commenti e giudizi negativi sotto il nome di tante persone immaginarie: concordo, perché è l’unica spiegazione di questi fatti.

display1 Prova su strada, recensione e verità su MacKeeper

 







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Peter

x

Check Also

Apple Store down, in arrivo i nuovi iPad?

Come programmato nella pagina dello stato del sistema, l’Apple Store Online è in manutenzione da diverse ore. Non è chiaro il motivo di questa manutenzione “straordinaria” ma molti speculano sul fatto che Apple potrebbe lanciare nuovi prodotti e che saranno disponibili una volta che il sito tornerà nuovamente online.  Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati