App di Acrobat Reader

L’App di Acrobat Reader riceve il supporto a DropBox

Adobe ha ufficialmente aggiornato la sua App di Acrobat Reader per supportare l’integrazione con Dropbox, già adottata dalla suite di Office 2015 ed estesa a un numero sempre maggiore di applicazioni nel corso degli ultimi mesi. Come in passato, la nuova App è disponibile per il download in forma del tutto gratuita.

Di seguito la descrizione dell’App, tratta direttamente dall’AppStore di iOS e riportata da iClarified:

 

Adobe Acrobat Reader è l’applicazione gratuita leader indiscussa per visualizzare, annotare e firmare PDF in sicurezza.

 

Novità nella versione 15.2.1

L’ntegrazione con Dropbox consente di aprire e salvare i file interessati. Potrete connettere il vostro account Dropbox ad Acrobat Reader per:

• Sfogliare la vostra cartella Dropbox e aprire i file interessati.
• Annotare, modificare e firmare file PDF.
• Salvare le modifiche direttamente in Dropbox.

Di seguito una piccola galleria di immagini per il nuovo aggiornamento:

Come accennato, l’App di Acrobat Reader è disponibile per il download gratuito su AppStore. Per usufruire delle nuove funzioni dell’App, tuttavia, vi servirà – com’è ovvio – un account DropBox da poter connettere all’App; potete iscrivervi al noto servizio Cloud cliccando semplicemente su questo link.

Non dimenticate di seguire Italiamac su Facebook e Twitter per rimanere aggiornati su tutte le novità del mondo Apple!






Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Antonino Lupo

Studente in Scienze della Comunicazione per Cultura e Arti all'Università di Palermo, utilizza senza vergogna i prodotti Apple da quando era piccino. Grande amante della Letteratura (quella con la L maiuscola), del Cinema (quello con la C maiuscola) e della Musica (quella con la M maiuscola), è al momento al lavoro su diversi progetti, tra cui la sceneggiatura di un film di fantascienza dal titolo "H.O.P.E.".
x

Check Also

Un bug di iOS permetterebbe lo zoom infinito nelle foto

iOS nonostante sia un sistema piuttosto sicuro non è privo di bug e nelle ultime settimane ne abbiamo sentite di tutti i colori, dalla possibilità di scovare il codice di blocco con un tool da $500 fino a oggi con il bug il quale sarebbe possibile effettuare zoom infinito nelle foto già scattate. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati