Un uomo dell’Ohio ha avuto il suo buon Natale da Apple e dal suo iPhone XS Max che sarebbe esploso mentre lo teneva in tasca.
L’azienda di Cupertino sarebbe al corrente dell’accaduto e il proprietario del telefono vorrebbe perfino fare causa ad Apple.

L’incidente si è verificato il 12 Dicembre quando Josh Hillard teneva il suo iPhone XS Max in tasca. Dopo aver notato uno strano odore e aver notato un insolito calore provenire dal retro dei suoi pantaloni, Hillard ha capito che qualcosa stava andando storto. Ha prontamente rimosso iPhone XS Max dalla sua tasca e il cellulare ha iniziato a fare fumo e prendere fuoco:

From the time of first noticing the fire and between removal of the pants and taking the phone out of my pocket and placing it outside, I inhaled A LOT of smoke.

Il risultato? Un pantalone bruciacchiato, iPhone da buttare e fumo inalato dall’uomo. Hillard si è recato immediatamente al centro Apple nella sua città e dopo aver spiegato il problema lo hanno fatto aspettare 40 minuti, come se fosse un danno qualsiasi, e gli hanno offerta la sostituzione del dispositivo.

Ci aspettiamo che Apple faccia chiarezza sul problema nonostante è chiaro che il problema sia legato alla batteria, probabilmente difettosa, che a contatto con l’aria ha preso fuoco.

Advertise