Mappe: la sconfitta di Google, contro ogni aspettativa

Apple Mappe 620x339 Mappe: la sconfitta di Google, contro ogni aspettativa

Le mappe di Apple si sono rivelate un grande successo per gli utenti iPhone e iPad negli Stati Uniti, recuperando consensi rispetto al settembre 2012 durante la loro prima apparizione. Rifiutandosi di concedere ad Apple l’accesso alla sua mappa di navigazione vocale guidata ‘turn-by-turn’, Google ha perso quasi 23 milioni di utenti di telefonia mobile negli Stati Uniti.

 Questo è un enorme passo falso per Google nei confronti degli 81 milioni di utenti mobili di Google Maps raggiunti al suo apice nel settembre dello scorso anno, secondo ComScore, una società di ricerche di mercato che ha prodotto le cifre da regolari sondaggi su migliaia di utenti.

Alla loro introduzione a settembre 2012 le Mappe di Apple erano state accompagnate da aspre critiche a causa degli errori disseminati al loro interno, tanto da costringere il CEO Tim Cook a pubbliche scuse. Ad un anno di distanza la situazione è radicalmente cambiata: si contano un totale di 35 milioni di utilizzatori negli Stati Uniti, sempre secondo ComScore, contro un totale di 57.8 milioni di utenti di Google Maps su iPhone ed Android. Di questi ultimi circa 6 milioni di utenti utilizzano le mappe di Google su iPhone, inclusi i dispositivi che non possono aggiornare iOS alla versione 6, in accordo con MixPanel.

“Google ha perso l’accesso ad un canale di dati molto, molto importante nel mercato nordamericano”, ha commentato Ben Wood , analista di CCS Insight. “Ma Apple era fermamente convinta di non rinunciare a fare le proprie mappe, anche quando aveva problemi . Questa è una guerra di logoramento”. Secondo Andrew Lipsman, analista di ComScore “l’utente medio, anche se dispone dell’app di Google Maps, non la utilizza molto. Con l’uscita di iOS 6 sono sicuro che ci fosse un sacco di attività per le mappe di Google, ma solo per un breve periodo”.

Come descritto accuratamente da The Guardian, per Apple la crescita degli utenti mappe è importante principalmente per poter migliorare il proprio traffico ed altri dati relativi alla forza del segnale del telefono. Apple  non sembra molto orientata alla pubblicità location-based, più che altro è focalizzata sull’utilizzo dei dati per le previsioni di traffico per i conducenti.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Alex Giovannini

x

Check Also

Il Face ID sarà il nuovo Touch ID nel 2018, parola di Kuo

Tutti gli iPhone che Apple pianifica di rilasciare nel 2018 abbandoneranno il Touch ID a favore del nuovo sensore con riconoscimento facciale Face ID, queste sono le parole dell’analista della KGI Securities, Ming-Chi Kuo. Stando a Kuo Apple introdurrà il nuovo sensore per competere con i dispositivi Android che attualmente hanno implementato un sensore bi-dimensionale non affatto sicuro. Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum Correlati