Muhammad Ali Apple

Apple rende omaggio a Muhammad Ali

Il mondo della boxe e dello sport in generale piange lacrime di dolore da qualche giorno per la scomparsa di Muhammad Ali, uno degli sportivi più noti e più apprezzati della storia. Per unirsi al cordoglio, Apple ha aggiornato la sua homepage con un tributo all’amato pugile, deceduto Venerdì all’età di 74 anni.

muhammad ali Apple rende omaggio a Muhammad Ali

 

Come riporta Redmond Pie, la Casa di Cupertino ha avuto bisogno di qualche giorno per aggiornare l’homepage del suo sito principale, che ora ospita una foto in bianco e nero del noto pugile con un iconico epitaffio: “The man who has no imagination has no wings” [“Un uomo senza immaginazione è un uomo senza ali”].

Ma non è stato l’unico tributo da parte dell’azienda Californiana: diverse figure ai piani alti di Apple (come Tim Cook e Phil Schiller) hanno postato i loro tributi personali sui social media Venerdì.

 

 

Apple è fortemente affezionata alla figura di Muhammad Ali, che è stato parte della campagna “Think Different” nel lontano 1997 (insieme ad altre figure come Mahatma Gandhi e Albert Einstein). Per la triste occasione, Tim Cook ha riportato una delle frasi più note del compianto Ali: “Chi non è abbastanza coraggioso da rischiare non avrà mai successo nella vita“. E Muhammad Ali era noto per prendere rischi, per superare dei limiti e per combattere fino alla fine per tutto ciò in cui credeva; non c’è dubbio che Cassius Marcellus Clay Jr. sarà ricordato negli annali della storia come un grande sportivo e un grande uomo al tempo stesso.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Antonino Lupo

Studente in Scienze della Comunicazione per Cultura e Arti all’Università di Palermo, utilizza senza vergogna i prodotti Apple da quando era piccino. Grande amante della Letteratura (quella con la L maiuscola), del Cinema (quello con la C maiuscola) e della Musica (quella con la M maiuscola), è al momento al lavoro su diversi progetti, tra cui la sceneggiatura di un film di fantascienza dal titolo “H.O.P.E.”.

Loading...