BookBook per iPhone 6

BookBook per iPhone 6, test della cover in stile libro d’epoca

BookBook Cover

56,00
bookbook iphone 6 250x250 BookBook per iPhone 6, test della cover in stile libro depoca
7.1

Design

7.5/10

Qualità

7.5/10

Usabilità

7.0/10

Prezzo

6.5/10

Pro

  • Materiali di alta qualità
  • Originalità
  • Dettagli
  • Custodia removibile

Contro

  • Prezzo
  • Leggermente ingombrante
  • La custodia è difficile da riattaccare

Sul mercato si vedono cover di ogni tipo e per tutti i gusti. BookBook per iPhone 6 è la cover di TwelveSouth dedicata a chi, in un’epoca di eReader e ebook, ha nostalgia del libro cartaceo. Meglio se vintage.

Dopotutto, il nome BookBook è decisamente evocativo. A vedere la custodia, non si hanno dubbi. Sembra che si tratti proprio di un libro.

Caratteristiche principali di BookBook

Appena si apre la confezione della cover di TwelveSouth, si ha l’impressione di avere tra le mani un vecchio manoscritto, una sorta di breviario con una copertina in pelle di un marrone antico e il dorsetto appositamente invecchiato perché il libro possa risalire a qualche secolo fa. I nervi del dorsetto sono stati scoloriti per simulare la carta della copertina consumata dal tempo. Sempre sul dorso, due fascette rosse vivacizzano la cover insieme a dei piccoli fregi. Il titolo del presunto libro è, evidentemente BookBook, mentre in basso un numero dodici fa pensare al 12° libro di una ipotetica collezione. In realtà si tratta semplicemente della marca: TwelveSouth.

 

confezione bookbook aperta 620x465 BookBook per iPhone 6, test della cover in stile libro depoca

 

 

Aprendo la copertina, si mettono in evidenza delle tasche poste sul lato sinistro che ricalcano la disposizione delle tasche di certi portafogli (una tasca più grande con pellicola trasparente e tasche più piccole per porvi carte di credito). Mentre sul lato opposto è presente il case vero e proprio. Quest’ultimo  è costruito interamente in plastica. Solo la faccia interna presenta un rivestimento in tessuto scamosciato.

La caratteristica principale di questa cover è il fatto di poter innanzitutto sganciare la parte in plastica, nonostante quest’ultima, tolta dalla copertina non appaia così bella. Inoltre, è possibile sganciare solo un lato della cover in plastica, così da ripiegare la copertina posteriore e creare un supporto per l’iPhone come si fa con molte cover per iPad.

La mia prova di BookBook

Personalmente, trovo molto originale l’idea di mascherare l’iPhone da vecchio libro. Tra l’altro, il “mascheramento” è stato fatto con una perfezione maniacale. Ogni dettaglio è stato curato perfettamente tanto che la cover, messa tra libri antichi, può facilmente confondersi. Ovviamente, però, l’estetica va un po’ a discapito della sottigliezza. Questione di gusti.

 

bookbook stand 620x465 BookBook per iPhone 6, test della cover in stile libro depoca

 

 

Sulle tasche c’è poco da dire. Possono essere utili per porvi carte di credito ma anche banconote. In questo caso, si potrebbe usare il prodotto per sostituire il portafoglio. La cover in plastica è ben fatta ma perché sia gradevole stilisticamente è necessaria lasciarla attaccata alla copertina.

A proposito dello scorrimento laterale della cover, è abbastanza agevole. Così come agevole è la rimozione della cover. Un po’ meno facile, invece, è ritrovare la giusta posizione per riattaccare il case alla copertina.

Conclusioni

BookBook Costa 59,99 dollari e, probabilmente, il prezzo va un po’ oltre rispetto alla media. C’è da dire, però, che la cover va premiata per l’originalità, per la dovizia di particolari e per la cura con cui l’azienda è riuscita a ricreare un vecchio manoscritto.

INFO

Prezzo: 56,00 €
Produttore: TwelveSouth

PRO

  • Materiali di alta qualità
  • Originalità
  • Dettagli
  • Custodia removibile

CONTRO

  • Prezzo
  • Leggermente ingombrante
  • La custodia è difficile da riattaccare

 

 







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Pietro Scaramuzzo

Appassionato di musica e tecnologia, ha già collaborato con diversi magazine online tra cui Extra! e Jazzitalia. “Brasiliofilo” convinto, cura il portale Nabocadopovo, in cui racconta la musica e la cultura brasiliana attraverso video interviste. Collabora con Italiamac da diverso tempo, focalizzando le proprie attenzioni sull’eccellente connubio tra Apple e musica.

Loading...