Secondo i dati ottenuti da OpenSignal, sito web che raccoglie i dati degli utenti per fornire dati sempre più precisi, l’operatore telefonico mobile 3 Italia ha la rete 4G LTE più veloce d’Italia. Sicuramente questa notizia vi avrà spiazzato ma, stando ai dati di OpenSignal, 3 ITA si guadagna il primo posto.

I dati riportati dal sito in questione fanno fede al terzo trimestre del 2015, ma dopo un’accurata ricerca i dati sono pressoché uguali all’anno in corso se non con qualche piccola variante.

3 Italia è al primo posto con 21.1 Mb/s di download e 9 Mb/s di upload, seguita poi da Vodafone con 17.5 Mb/s di download e 8.7 Mb/s di upload, Tim con 16.5 Mb/s di download e 8.6 Mb/s di upload e Wind con 10.6 Mb/s di download e 6.8 Mb/s di upload.

schermata 2016 02 07 alle 19.30.56 Secondo OpenSignal loperatore 3 ha il 4G più veloce dItalia
I dati della foto fanno fede al terzo trimestre del 2015

Chiaramente non può essere tutto rosa e fiori, infatti la velocità della rete 4G non è esattamente uguale alla copertura che si ha sul territorio, infatti qui abbiamo dei dati non molto rassicuranti.
Se la scaletta era: 3 ITA, Vodafone, Tim e Wind le cose si ribaltano, portando Vodafone al primo posto come operatore con più copertura LTE sul campo, seguita poi da Tim, Wind ed infine 3 ITA.

schermata 2016 02 07 alle 19.37.52 Secondo OpenSignal loperatore 3 ha il 4G più veloce dItalia

Alla luce dei dati riportati qui sopra l’Italia risulta in una buona posizione come velocità offerta dalla rete LTE in download ed upload ma molto scarsa, sotto la metà lista, nella copertura LTE rispetto ad altre parti del mondo, addirittura sotto il Sud Africa.
E voi, siete d’accordo con i dati riportati da OpenSignal?

Nota: OpenSignal è un sito web che si basa sui feedback degli utenti e dei dati estratti direttamente dall’app per iOS ed Android.
Per la stesura dell’articolo ci siamo basati sui dati offerti dal sito.

Advertise

1 commento

  1. Insomma mi tengo Vodafone! E’ inutile avere velocità se non è possibile sfruttarla quando serve

Comments are closed.