Final Cut Pro X: Disponibile per il download nel Mac App Store

hero copia 580x366 Final Cut Pro X: Disponibile per il download nel Mac App Store

Da qualche ora è finalmente disponibile la nuova versione di Final Cut Pro X, l’editor video professionale di casa apple.

Supporto ai 64 bit, Grand Central Dispatch, e un’interfaccia che ricorda quella di iMovie.
Il nuovo Final Cut Pro X è stato ricostruito dalle fondamenta e profondamente rivisto; capace di riproduzione indipendente dalla risoluzione, di rendering in background e di editing durante l’importazione oltre ad una valanga di altre significative novità:

 

  • Scritto in Cocoa col supporto nativo a Core Animation, Open CL e Grand Central Dispatch Focalizzato sulla qualità dell’immagine
  • Controllo totale e non distruttivo del colore
  • Pulizia dell’audio automatica
  • Riconoscimento delle persone, singolarmente o in gruppo
  • Timeline magnetica (tiene sincronizzati audio e video)
  • Creazione di Smart Collections per l’organizzazione dei video
  • L’editing può iniziare da subito durante l’importazione da AVCHD o altri media; lo switch ai media locali avviene automaticamente alla fine dell’importazione
  • Le Compound Clips consentono la nidificazione video con facilità
  • Alta compatibilità, funziona dal MacBook in poi
  • Nessuna interruzione durante il rendering, nessuna transcodifica

 

Insomma il “più grande avanzamento nel video editing professionale dai tempi del primo Final Cut Pro”, parole proprio di Apple stessa, ora sfrutta al meglio tutte le potenzialità di Mac OS X e dei Mac moderni, soprattutto i 64-bit, il multi-core e il rendering anche tramite la scheda grafica. L’applicazione è in grado di gestire in efficienza praticamente qualsiasi video, fino alla risoluzione di 4K, ben oltre rispetto al Full HD. Oltre a ciò, Final Cut Pro X include funzionalità che in precedenza erano disponibili sotto forma di tools separati nella suite Final Cut Studio.

Parlando invece delle funzioni, si trovano ancor più novità. La prima è “Magnetic Timeline”, che consente all’utente di aggiungere e ricollocare clip ovunque vogliono nella timeline, lasciando all’applicazione il compito di riposizionare automaticamente le altre parti per adeguarle ai cambiamenti effettuati. Molto interessante è anche “Clip Connections”, che consente di sincronizzare perfettamente le clip con altri elementi del filmato, come titoli ed effetti sonori. Il tutto può poi essere riunificato in una cosiddetta “Compound Clip” che consente di lavorare sui vari componenti come se fossero tutti parte di una clip unica. “Auditions” consente invece di provare su una clip tutte le possibilità di editing a propria disposizione, prima di applicare quella che si ritiene più opportuna. Non solo l’editing, ma anche l’organizzazione delle clip è stata migliorata. “Content Auto-Analysis” si occupa di analizzare automaticamente i contenuti e di aggiungere quante più informazioni su di essi riesce a ricavare sotto forma di tag. Una volta raccolte tutte le informazioni, Final Cut Pro X organizza tutte le clip nelle “Smart Collections”, in modo da poterle ritrovare in base alle inquadrature presenti, alla tipologia di contenuti e persino in base alle persone presenti nel filmato. L’utente può anche personalizzare ulteriormente il tutto con keyword aggiuntive da applicare alle clip.

Schermata 2011 06 21 a 18.58.57 580x191 Final Cut Pro X: Disponibile per il download nel Mac App Store

A livello commerciale, o ancor meglio distributivo, la novità principale è la distribuzione tramite Mac App Store. Final Cut Pro X è infatti la prima versione del software ad essere distribuita in formato digitale, seguendo così le più recenti tendenze di Apple a riguardo. Lo stesso vale per Motion 5 e Compressor 4, anch’essi aggiornati. Final Cut Pro X richiede un Mac con Core 2 Duo o superiore, 2 GB di RAM minimi, scheda grafica con 256 MB di VRAM e preferibilmente compatibile con OpenCL, 2,4 GB di spazio su disco e Mac OS X 10.6.7 o superiore. Qualora non si rispettassero questi requisiti, il Mac App Store impedirà l’acquisto.

 

Final Cut Pro X comprende inoltre strumenti potenti per l’editing audio e per la correzione del colore, come Motion 5 per la motion graphics professionale e Compressor 4 per l’encoding avanzato dei contenuti, entrambe disponibili sul Mac App Store a €39,99 l’una.

motion 03 550x370 Final Cut Pro X: Disponibile per il download nel Mac App Store


final Final Cut Pro X: Disponibile per il download nel Mac App Store

Final Cut Pro X è disponibile al prezzo di 239,99 €

 

 

compressor Final Cut Pro X: Disponibile per il download nel Mac App Store

Compressor 4 è disponibile al prezzo di 39,99 €

 

 

icon120 434290957 Final Cut Pro X: Disponibile per il download nel Mac App Store

Motion 5 è disponibile al prezzo di 39,99 €

 

Attenzione che il software non è ancora localizzato in Italiano.







Cerchi amici Apple come te? Iscriviti al forum


Gianni Tarroni

Apple Lovers * Autore @Italiamac

Loading...