Tenetevi forte” recita l’invito all’evento Apple annunciato per il prossimo 18 ottobre, come a voler preannunciare qualcosa di importante…

Del resto, come accennato poco più di un mese fa, ci si attendevano molti prodotti Apple in questo autunno, e l’evento di settembre ce ne ha svelati solo alcuni, i più attesi dal grande pubblico, ma per certi versi anche i più scontati…

Cosa vorrà annunciare quindi Apple la prossima settimana?

Le ipotesi sono molte, tutte legate (stavolta) al mondo Mac. Abbiamo già assistito alla migrazione di molte macchine al processore M1: Mac mini, MacBook Air, MacBook Pro da 13″ e iMac da 24″ (che ha goduto anche di un rinnovamento estetico notevole); restano ancora da aggiornare il MacBook Pro da 16″, l’iMac da 27″, e il Mac Pro, ovvero tutte le macchine più potenti… Per quest’ultima Apple potrebbe aver scelto, per il momento, di restare ancora con Intel: si tratterebbe comunque di una macchina rinnovata, ma non basterebbe come notizia da “tenersi forte”.

Più probabile quindi che ci sia qualche grosso annuncio sulle altre due macchine o, perché no, anche un rinnovamento dei primi Mac M1. Non dobbiamo infatti dimenticarci due cose guardando alla storia di Apple:

-la prima è che anche nella precedente migrazione ad Intel, Apple rilasciò le prime macchine rimpiazzando solo il processore ma lasciando invariata l’estetica, per poi fare un restyling nella seconda serie. Possiamo quindi attenderci un rinnovamento completo di tutta la linea dei portatili, inclusi il MacBook Air e il MacBook Pro da 13″, rinnovamento che coinvolgerebbe anche il modello da 16″

-la seconda è che Apple, da quando produce processori, ha sempre rilasciato un nuovo SoC a cadenza annuale, e se questo vale anche per la serie “M” potremmo avere un nuovo processore “M2″ significativamente più potente di M1, che potrebbe equipaggiare il MacBook Pro da 16″ e l’iMac da 27” (o qualsiasi altra nuova macchina dovessero annunciare)

Se volessimo spingerci in qualcosa di più fantasioso, possiamo notare che tra le macchine passati al processore M1, ci sono anche gli iPad Pro: già dall’annuncio del passaggio alla nuova architettura Silicon avevamo ipotizzato (per via di numerose similitudini) che l’iPad Pro potesse rappresentare (in un certo senso) il primo Mac Silicon, e il successivo passaggio ad M1 non può che aver rinforzato questa idea. Anche se non è mai stato detto nulla al riguardo, potrebbe anche essere questa la notizia per la quale “tenersi forte”: la possibilità di installare macOS anche sull’iPad Pro… ma qui siamo davvero nel campo della fantasia, anche se si tratta di una fantasia che piacerebbe a molti…

Advertise

TU COSA NE PENSI?